0

#Rugby/SeiNazioni. L’Inghilterra seconda accusa Italia e Scozia

Pubblicato il 1 aprile 2015 da MB
Categorie : Sport/identità/passioni

Inghilterra rugby (2)Mentre l’Italia si lecca le ferite, cerca lo psicologo richiesto da Martin Castrogiovanni dopo il tonfo casalingo contro il Galles, ecco arrivare puntuali le accuse dall’Inghilterra, che nell’anno della Coppa del Mondo, per di più organizzata in casa loro, ha visto sfumare in beffa all’ultima azione il Sei Nazioni.

Nello specifico accende il fuoco Mike Brown, estremo della Nazionale della Rosa. E non ne ha soltanto per l’Italia, ma anche per la Scozia.

Il fatto è che le accuse di Brown si aggiungono alla polemica innescata durante questo torneo dalla stampa britannica che aveva chiesto il ritorno al Cinque Nazioni per manifesta inferiorità degli Azzurri.Inghilterra rugby (1)

Vanno capiti, gli inglesi, per il quarto anno consecutivo al secondo posto nel torneo. E il modo in cui la nostra Nazionale ha perso pone interrogativi sul futuro, tanto che il presidente della federazione Alfredo Gavazzi pensa, non ammettendolo, alla sostituzione del Ct francese Jacques Brunel al termine del Mondiale in ottobre, in anticipo rispetto alla scadenza naturale fissata nel 2016.Inghilterra rugby

Ma si diceva di Brown, che sottolinea il 20-61 tra Italia e Galles e il 10-40 patito dalla Scozia contro l’Irlanda, vincitrice per differenza punti: “Diamo credito alla Francia per come ci ha affrontati, per il modo in cui ha giocato, in particolare rispetto alle altre squadre. Non ho bisogno di aggiungere altro. Avrebbero potuto prenderla più alla leggera, i francesi, invece si sono battuti. Comunque abbiamo dimostrato di poter affrontare la preparazione alla Coppa del Mondo con estrema fiducia. Abbiamo dimostrato anche contro la Francia, che non aveva mai concesso più di due mete nelle precedenti partite, quanto possiamo essere pericolosi”.

Intanto si corre ai ripari anche in Francia, che ha chiuso quarta il torneo. Bernard Laporte, attuale allenatore del Tolone e unico candidato alla presidenza federale francese nel 2016, ha suggerito di ridurre il Top 14 di club in Top 12 per concedere sei settimane in più di lavoro alla Nazionale transalpina.

@barbadilloit

@MarioBocchio

Di MB

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>