0

ItalRugby. Tutto vero, “con il cuore e con le palle” battuta la Scozia

Pubblicato il 28 febbraio 2015 da Mario Bocchio
Categorie : Sport/identità/passioni

ScoziaItalia (1)L’ItalRugby zittisce le critiche britanniche e scrive a Edimburgo una delle pagine più belle della sua storia nel Sei Nazioni superando la Scozia per 22-19, grazie ad una meta realizzata all’ultimo minuto di gioco. Dopo una partenza choc, gli Azzurri entrano in partita e danno il via a una strepitosa rimonta, completata proprio all’80’ con la meta della vittoria: è il secondo successo in trasferta per la selezione italiana al Sei Nazioni.

A Murrayfield la squadra di Brunel parte malissimo, sotto 8-0 dopo appena 7′ grazie ad un regalo della difesa. La reazione azzurra è splendida: Furno trova la meta dell’8-5, poi Laidlaw allunga con due piazzati ma ancora l’Italia torna sotto nel finale del primo tempo con il calcio di Haimona e la meta di Venditti: 16-15 per i padroni di casa al riposo.ScoIta

Nella ripresa gli Highlanders allungano grazie a un altro piazzato di Laidlaw, poi difendono tenacemente il risultato, aiutati anche da alcune decisioni molto dubbie dell’arbitro Clancy, che non ravvisa gli estremi per la meta tecnica e consente alla difesa scozzese di respirare.

Ma il cuore azzurro è più forte, e proprio allo scadere il pacchetto italiano sfonda e firma la meta tecnica del 22-19.

Il Ct Jacques Brunel: “Siamo molto contenti, abbiamo avuto una settimana difficile. Siamo arrivati con la voglia di mettere a posto quello che non era andato bene nelle prime due gare. L’inizio non è stato buono, abbiamo regalato troppi punti ma abbiano sempre avuto voglia di vincere. Per molti ragazzi era la prima volta che giocavano ma non si è visto. È una vittoria collettiva. È da novembre che mostriamo buone cose ma non siamo riusciti mai a metterle assieme. Oggi siamo partiti male ma abbiamo avuto la volontà di essere al top del gioco e questo è fondamentale. Credo che meritavamo una meta tecnica un paio di azioni prima, lì ci siamo tutti un po’ “incassati” (dice proprio così, NdR)”.ScoziaItalia (2)

Sergio Parisse, il capitano: “Gli ultimi minuti sono stati molto intensi, nessuno ci ha regalato nulla, nemmeno l’arbitro. Sono molto fiero e orgoglioso dei ragazzi. La vittoria ci fa molto bene, abbiamo dimostrato di avere cuore e palle. Ho detto ai ragazzi prima della gara che nessuno credeva in noi e ora abbiamo dimostrato cosa possiamo fare. Non è facile vincere qui a Edimburgo, ringrazio i tifosi che sono venuti qui e quelli rimasti a casa. Abbiamo fatto delle cose buone e altre meno buone, dobbiamo lavorare. Queste partite le vinci là davanti, con De Carli l’abbiamo preparata bene. La squadra è unita e lo abbiamo dimostrato”.

Luke McLean: “Negli ultimi due anni abbiamo perso contro la Scozia, oggi è andata diversamente. Siamo contenti per il risultato e per come lo abbiamo ottenuto. Complimenti ai due esordienti, hanno giocato molto bene”.

Michele Visentin: “Un esordio del genere lo speravo io e lo sperava la squadra. Una grande emozione, ho cercato di rimanere tranquillo e di concentrarmi sulla sfida e di far bene quello che avevamo preparato”.

@barbadilloit

@MarioBocchio

 

 

Di Mario Bocchio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>