0

Scozia. Il calcio al tempo della crisi: il Motherwell lancia gli abbonamenti ricaricabili

Pubblicato il 12 settembre 2014 da Giovanni Vasso
Categorie : Sport/identità/passioni

motherwellDalle parti delle Highlands, da quando la crisi ha indotto i Rangers a precipitare più in basso della popolarità della Regina, in Scozia la massima divisione ha perduto buona parte del suo appeal. E da quando la crisi ha svuotato le tasche degli scozzesi, sono sempre di meno i tifosi che “investono” il loro tempo libero (e i loro spiccioli) per assistere alla partita della loro squadra del cuore. Il problema, nelle piazze cosiddette minori, è ancora più accentuato. E che si fa? Nel Lanarkshire una soluzione l’hanno trovata: il blasonato Motherwell lancia i mini abbonamenti, ricaricabili e validi per cinque o dieci incontri al Fir Park.

ASCOLTARE I TIFOSI. Sul sito ufficiale, la società spiega di aver scelto l’opzione “rateale” dopo aver ascoltato attentamente le richieste dei sostenitori. In tanti, “per svariate ragioni” come recita il comunicato ufficiale, non si potevano permettere la sottoscrizione del carnet valido per l’intera stagione. Allora è nata l’iniziativa “Fir Park Flexi Ticket”, una sorta di voucher che accredita la possibilità di assistere a cinque o dieci partite in casa a scelta del possessore della carta. Ovviamente, sono escluse dall’offerta le trasferte, gli incontri in Coppa nazionale, amichevoli ed eventuali partite di beneficenza.

PREZZI ABBORDABILI. Il costo del “Flexi Ticket” è armonizzato a seconda delle fasce d’età previste dalla società e dai settori dello stadio.  Un carnet standard e valevole per dieci partite verrà a costare dalle 155 alle 200 sterline , che si dimezza per l’abbonamento a cinque incontri. I “ridotti” – over 60 e studenti – da 90 fino a 130 sterline per le dieci partite. I prezzi scendono ancora per gli adolescenti (da 13 a 15 anni) e per gli “Juvenile” (under 12): per tutti i settori, sessanta sterline per dieci partite e trenta per assistere a cinque incontri.

COME SI CAMBIA, PER NON MORIRE. L’iniziativa del Motherwell avvicinerà qualche tifoso in più al Fir Park, sicuramente. E pare una delle poche scelte possibili, per il calcio non patinato, per continuare a vivere. E’ difficile attrarre gente allo stadio quando non sei il Barcellona, il Bayern o il Psg. Quando non sei brand e non hai un Cristiano Ronaldo che ti reclamizza. Maledetto calcio moderno. E anche in Italia, iniziative simili, sono allo studio di diverse società professionistiche – sussurranno i maliziosi – anche di Serie A. Un secolo fa, quando c’era Zico, l’Udinese sottoscrisse vagonate di abbonamenti addirittura biennali. Adesso, si pensa a cambiare. O tempora, o mores.

@barbadilloit

Di Giovanni Vasso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>