18

La nota. Se la Lega marginalizza le avanguardie di destra e la dialettica interna

Pubblicato il 3 Luglio 2019 da Massimo Ciullo*
Categorie : Politica

Matteo Salvini con lo slogan Prima l’Italia mentre commenta il dato delle europee

Nuovi leaders crescono all’ombra di un capo sempre più solo. È vero: in Italia non c’è più una sinistra in grado di dare delle risposte e di prendere posizioni ragionevoli rispetto a problemi reali che meriterebbero un approccio più pratico. Ma, soprattutto, se l’impegno deve essere di tipo ideologico, allora non si possono vedere schierati in prima linea personaggi che, loro malgrado, hanno finito con il chiudere gli occhi dinanzi a una gestione affaristica dell’accoglienza dei migranti e a trascurare le istanze sociali ed economiche di una parte della popolazione che costituiva l’elettorato principale di partiti come il PD. Ha ragione Giampaolo Pansa quando nel suo ultimo libro, “Il Dittatore”, attribuisce anche ad una sinistra suicida il successo di Matteo Salvini. Lo stesso Movimento 5Stelle che, per costituzione, doveva rappresentare in particolar modo i delusi della sinistra, ha finito, per evidente incapacità politica dei suoi dirigenti, col sancire il trionfo della Lega di Salvini.

Tuttavia, se non in Italia, a livello europeo una nuova strategia della sinistra è già in avanzato cammino verso la rinascita, della quale la solita provinciale Italia ne vedrà gli effetti per ultima. Carola Rackete e Greta Thunberg, nonché altre figure così emblematiche che, a breve, appariranno come dal nulla sullo scenario europeo, magari trattando argomenti differenti dalle prime due, rappresentano i nuovi tipi di leaders sui quali la sinistra si sta riorganizzando. Anzi, sta nascendo un qualcosa di differente rispetto al passato: una sorta di grande forza socio-politica di massa che, molto probabilmente, per la prima volta si presenterà in ogni Paese europeo con un’unica denominazione e contenitore politico guidata da più leaders sullo stesso piano di autorevolezza e autorità.

Dall’altra parte, considerato che in Europa, tranne Matteo Salvini, non esistono soggetti capaci di raccogliere tanto consenso e di apparire così decisi nelle proposizioni politiche, il rischio è che l’ormai evidente volontà della Lega di puntare tutto sulla figura del capo assoluto, spegnendo o illudendosi di soffocare ogni dibattito interno, e per questo di non sviluppare una classe dirigente adeguata, finirà per far implodere l’intero progetto (o semplicemente miraggio) sovranista. Purtroppo la Storia non viene mai recepita in modo obiettivo. Oggi, gran parte dei nuovi salviniani assurti ai vertici del partito, soprattutto nelle regioni dove prima la Lega neppure esisteva, non c’entrano alcunché con l’idea sovranista o identitaria o effettivamente alternativa a vecchi modelli. Buona parte della nuova classe dirigente salviniana è composta da ex democristiani che per costituzione non sarebbero mai stati leghisti.

Le avanguardie di destra che hanno spianato la strada all’affermazione della Lega nella fase più difficile sono state già marginalizzate dall’attuale indirizzo leghista. Ma, in fondo, cosa pretendere da un’Italia che, da sempre, rispetto a tanti uomini della Provvidenza, ha consumato la sua Storia tra due piazze, piazza Venezia e piazzale Loreto? Sia la folla sia il leader erano sempre gli stessi.

Massimo Ciullo con Matteo Salvini

*candidato sindaco della Lega e del centrodestra a Brindisi, intellettuale e consigliere comunale

@barbadilloit

Di Massimo Ciullo*

18 Responses to La nota. Se la Lega marginalizza le avanguardie di destra e la dialettica interna

  1. Quando la gente avrà capito che cosa è Salvini, una politica di pure parole, esibizionismi grossolani ed impotenza, la vedo dura…

  2. Salvini s’e’fatto scoprire.. È la Vanna Marchi
    Della politica Italiana..Ha preso e continua prendere la destra per il” Ciap”Fondamentalmente è rimasto un bossiano prima maniera.. Avrà firmato il contratto non con i 5* ma con la sinistra.Ricordarsi delle sceneggiate e lungaggini del dopo elezioni!!Ora piano piano si scopre, loro hanno Lombardia Veneto Venezia Giulia preparandola alla Bossiana ed il resto dell’Italia Fondamentalmente se ne fotte nonostante il gran chiacchierio che sembra sia il suo forte,per ora.Pure Renzi non era da meno.Quanto a figura di palta di quest’ultimo periodo non è che si vergogna..anzi..

  3. Grande Salvini,il suo supporto popolare aumenta in modo inarrestabile (per fare cosa!!) Certamente non può continuare con le solite sceneggiate televisive per molto,specialmente ora che le navi raccoglitrici possono scaricare nei porti italiani,sbattendosene del suo permesso..
    Ma gli alti comandi della finanza anche loro muti!!,evidentemente anche la loro priorità è il posto fisso..Ma cosa c’entra la sacralità della costituzione…quella si interpreta..

  4. x Fernando: https://www.ilprimatonazionale.it/approfondimenti/lammiraglio-de-felice-da-carola-atto-criminale-gip-di-agrigento-studi-diritto-della-navigazione-123311/ Ovviamente molti vertici militari sono appartenenti al PD network e quindi tacciono, ma adesso inizia a serpeggiare molto risentimento nelle forze armate dopo questa sentenza assurda, la Magistratura politicizzata è il vero cancro di questo paese non c’è niente da fare.

  5. Se i futuri leader della sinistra in Europa sono Carola e la Gretina, allora possiamo dormire sonni molto tranquilli.
    Vero invece che da un lato Salvini sembra sempre più un demagogo incapace di fare seguire alle parole i fatti e che lo spessore veramente politico del dibattito in seno alla Lega -a parte qualche rara eccezione, penso a Terra Insubre – è preoccupantemente esile

  6. Salvini credo che sul fronte immigrazione non abbia semplicemente chiacchierato,se si passa dai 150 mila/180 mila clandestini ogni anno(escludendo la breve parentesi di Minniti) a poco più di 3 mila in questi primi 6 mesi è lapalissiano che vi sia stato un miglioramento. Adesso vengono enfatizzati sbarchi (fantasma o meno)con una cinquantina di persone (più o meno): ai “gloriosi” tempi del Pd,potevano capitare memorabili fine settimana con oltre 5 mila subsahariani sbarcati dalle nostre navi o dalle Ong(che erano allora talmente tante,che non credo riuscirei a ricordarle tutte…).
    A me,mi rivolgo a tutti,tranne che a Stefano con il quale concordo su ogni cosa,la situazione va benissimo così.
    Oltretutto l’unica alternativa a questo esecutivo,non sarebbe un governo di centrodestra(non ci sono i numeri),ma un’alleanza sciagurata e da evitare in ogni modo tra M5s e Pd(e qui i numeri,purtroppo,ci sono eccome…).
    Premettendo sempre che,comunque,da parte mia,del fatto che i Fratelli d’Italia (o Forza Italia)non abbiano attualmente ministri,viceministri o sottosegretari,non me ne può frega’de meno(se il vero problema è questo…).

  7. Aggiungo una cosa sulle due nuove icone della sinistra mondialista…Non mi preoccuperei troppo della capitana Rakitika,”eroina per caso” ; porla sugli allori porterebbe più danno che bene alla sinistra,visto che quasi tutta la gente comune(cioè non politicizzata) che mi è capitata di sentire ,ha visto come una prepotenza il suo gesto e un’ingiustizia la sentenza di assoluzione(al massimo la capitana potrà eccitare gli animi di chi già è estremamente ideologizzato sulla questione migranti).
    Ben più raffinata e studiata a tavolino mi sembra l’operazione dietro Greta ; ovviamente nessuna persona che non abbia l’anello al naso può pensare seriamente che numerosi potenti della terra(compresi quelli che hanno affamato la Grecia causando la morte di 7 mila bambini)si siano commossi perchè una ragazzina si è fissata con il riscaldamento globale. Dietro questo personaggio creato a tavolino,c’è la volontà di certa sinistra di riciclarsi in salsa verde,dopo che la sua svolta liberal è stata sonoramente bocciata quasi ovunque in Occidente…Insomma ripartire da certo ambientalismo(che sta attirando tanti giovani ingenui),ma sotto sotto ,avendo sempre bene in mente l’agenda mondialista di certi gruppi,lobbies ed elites. Il loro inno ricalcato su “Bella Ciao” è già tutto un programma…

  8. Wolf daccordissimo su tutto, ad Alex invece oltre Terra Insubre voglio segnalare l’associazione Lombardia-Russia di Savoini e 1000patrie… Inoltre vorrei ricordare a tutti, premettendo che Salvini è “solo” un Ministro, di un partito di minoranza tra l’altro e che viene ostacolato ad ogni piè sospinto da tutto quel network di sinistra incancrenito nelle nostre istituzioni e padrone del dibattito pubblico, per me al di là di tutti i suoi enormi difetti è il miglior Ministro degli Interni che a memoria ricordi, soprattutto a fronte della situazione oggettiva a cui deve far fronte, del resto il suo consenso continua vertiginosamente a salire nella popolazione e il caso Sea Watch e con la sentenza assurda di una Magistratura sempre più nemica del paese non fanno che aumentare la rabbia nel paese ed il sostegno al vicepremier leghista… Infine voglio dire un ultima cosa, come mai nessuno parla del caso di Bibbiano e dei soprusi ai danni di bambini e famiglie coperti dal network del PD e di varie onlus di sinistra? Qui si parla di un nuovo Forteto con connivenze nelle istituzioni, ma i media mainstream tacciono di questa vergogna e esaltano la fuorilegge coi rasta, io penso che il livello di rabbia stia salendo sempre di più e l’ostilità che la pseudo-sinistra liberal di questo paese si sta attirando non porterà che a una spaccatura sempre più pesante nel paese, c’è quasi un clima da guerra civile ma a quanto pare in pochi se ne rendono conto.

  9. Wolf: “..quelli che hanno affamato la Grecia causando la morte di 7 mila bambini…”. A parte che a me sembra la solita bufala, in ogni caso è il loro (mal)governo di sinistra che l’ha fatto o permesso, non certo l’Europa… Poi il mondo è pieno di ‘gretini’ e lo sappiamo, a partire da quelli che qui difendono l’infame Maduro…

  10. Stefano,E’inutile girarci intorno-la realta’ politica comportamentale di Salvini si sta’ dimostrando confusionaria,chiassosa e inconcludente.Non e’ la mia personale opinione e’ un dato di fatto,basterebbe avere un pochetto di senso della realta’e non essere appiccicati ai soliti luoghi comuni..(completamente falsi e per GONZI)PRIMO..In ITALIA bisogna regolamentare il sociale e tutelare lo stato ITALIA con nuove leggi,Salvini+Meloni+Berlusca hanno (lo dicono anche i sassi) la maggioranza ASSOLUTA-ASSOLUTA e quindi potrebbero fare tutte le leggi che servirebbero,questo e’assodato, tutti ma proprio tutti lo capiscono.Quindi sorge spontaneamente una domanda perche’Salvini che finalmente dopo tanto baillare avrebbe la legittima chance di poter assolvere a queste necessita’svincola,dimostrando palesemente la propria ambiguita’!!Non serve sottolineare che con la potenzialita’ di nuove elezioni potrebbero modificare la tanto attesa COSTITUZIONE,regolamentare il sistema giuridio,di polizia,del lavoro,finaziario etc.Il dubbio che non sia sicuro che il centrodestra possa vincere a nuove elezioni non e’ credibile per il semplice fatto che la maggior parte dei 5*non sono assolutamente di sinistra si e’ visto alle ultime europee.Salvini ha capito benissimo quale sia la realta’di lotta politica in Italia.Questo deve essere successo nelle ultime settimane delle europee,ed e’ capibile…le piace la vita..c’ha famiglia..ed e’una lotta immane..ed avere una forza di base esponenziale coesa che nel centrodestra latitaaaa..

  11. In linea di massima, Salvini sta rispettando l’impegno assunto in campagna elettorale per quanto riguarda gli sbarchi, però purtroppo non sta facendo la stessa cosa anche sul fronte espulsioni. Ieri è stato svuotato il CARA di Mineo – il più grande centro di accoglienza d’Europa ospitato su un residence di proprietà dell’impresa Pizzarotti di Parma – aperto nel 2011 dal Governo Berlusconi, e dove c’è stata molta mangiatoia e clientelismo, cosa che Salvini aveva promesso, ma trovo insensato distribuire gli ospiti (tutti nigeriani, senegalesi, ivoriani, gambiani, ecc., quindi nessun profugo) in altre zone d’Italia e di Sicilia. Infatti è stato mantenuto il sistema SPRAR introdotto dai sinistri, a cui però ha cambiato solo il nome. Quindi da questo punto di vista, c’è qualche presa per i fondelli…

  12. Wolf,il fatto fondamentale non e’ avere ministri di FDI,anche se la Meloni si sta’ dimostrando figura politica di primissimo piano,poi se qualcuno ha delle prgiudiziali congenite su FDI e’un altra cosa,ma sono i tuoi punti a cui non posso accondiscendere.Sono le solite scusanti,barchini ora barconi prima,si cerca di nascondere o camuffare la realta’ usando numeri.La realta’ e’ ben visibile per chi la vuol vedere ammenoche’ uno non sia pro invasione.Minniti vorrei chiarire e’ un FAKE.lo si usa per creare concretezza alla sinistra,mentre nella realta’ e’ ed e’ stato un componente del fulcro strategico della sinistra. Rakitika si e’ fatta gioco della sovranita’ nazionale Italiana, oltre a aver coperto di ridicolo il grande politico SALVINI,non e’un fatto marginale ma molto grave.Riguardo alla Greta sono bagatelle per gente che non ha problemi primari ma che vuol dilettarsi nello sciorinare fondamentalmente il proprio status di intellighenzia ed altre venialita’ LA POLITICA E’COSA MOLTO SERIA..

  13. Werner è vero che Salvini non ha ancora fatto tutto quello che aveva promesso, ma io penso che questa smania di avere tutto subito è dannosa, alla fine è il primo anno di questo governo e il primo anno che le espulsioni superano gli arrivi, non sono ancora abbastanza e il sistema è sicuramente ancora pressochè uguale a quello precedente, ma fino all’anno scorso non avremmo mai avuto risultati del genere e staremo a parlare di ben altro, quindi io mi accontenterei, poi che ci sia ancora tantissimo lavoro da fare è chiaro e lo sappiamo tutti, ma è difficile riformare un paese intero da Ministro dell’Interno non si può scaricare tutto su Salvini e se iniziamo a fare il gioco delle sinistre criticando per ogni cosa allora abbiamo perso in partenza, la loro strategia è proprio quella di indebolire Salvini che è il loro incubo, quindi secondo me va bene mettere in discussione etc però non dividersi in mille bagatelle altrimenti questo paese non ha più speranze … Fernando oggi anche la Meloni ha detto che non vuole FI in un possibile governo di cdx visto il loro tradimento in Europa dove hanno votato per Sassoli del PD a presidente del parlamento, poi c’è da dire che la strategia di FdI è quella di fagocitare FI prima di andare a elezioni, quindi mettiamoci e mettetevi daccordo e poi si vedrà, tanto la sorte di questo governo sarà decisa in autunno dalla manovra economica, se i 5* non accontenteranno le richieste di Salvini su Flat tax etc il governo si romperà, il problema è che io non sono per niente convinto che un polo di destra avrebbe la maggioranza assoluta…

  14. Comunque una nota di merito oggi la si deve spendere per la Meloni che è andata a Bibbiano ed ha organizzato una manifestazione pubblica provando a far emergere a livello mediatico mainstream( perchè in realtà in rete la gente è inferocita) questo vergognoso caso. Brava Meloni quindi.

  15. Di quello che è successo a Bibbiano (scariche elettriche su bambini, conferimento degli stessi a coppie omosessuali, solidarietà del sindaco PD, ecc.) non se ne parla abbastanza. Ma anche di quello che è successo all’ANM non se ne parla abbastanza. E intanto i media cercano di sviare l’attenzione. Io credo che mai come in questo periodo storico l’offensiva dei poteri forti “progressisti” sia stata così massiccia e soprattutto sfacciata, senza vergogna. Occorre reagire e disporsi nello stato d’animo di (almeno) vendere cara la pelle. La prima linea da tracciare, purtroppo, è nei confronti di molti nostri connazionali, che collaborano con il nemico. Non sto scherzando, ma credo che se dei militari facessero un golpe, la maggior parte degli italiani approverebbe.

  16. Riguardo la Meloni,Ripeto Lega+FDI=oltre 40%,ci puo’stare anche FI,senza la possiblita’di dettar legge e ricattare per privileggi per il loro capo e famiglia.Questo al presente ,fra sei mesi sara’altra realta’.Sassoli non era da votare,e’ un’altro affronto a SALVINI e al presente governo.Una ulteriore dimostrazione della debolezza governativa,figurarsi se riesce fare qualcosa di buono.
    Alla TAV voglio vedere la lega, altra figura di palta. Sara’ la linea del piave per le forze da battaglia vera della sinistra..Forze che vengono mantenute ed usate nei momenti cruciali, , non basta a Salvini il rosario,La meloni d’ora in poi verra messa alla berlina,con propaganda,giudici e falsita’varie come al solito pre confezionate,e quindi messa perennemente all’opposizione,e’ per averlo capito che cerca di aggregare piu forze possibili..Rimane il fatto principale ed irreversibile, l’invasione verra’ completata e gli Italianuncoli non se ne rendono ancora conto….

  17. @Stefano
    Hai ragione, ci sono cinque anni di legislatura a disposizione per vedere se si faranno almeno 100.000 espulsioni l’anno. Ammesso sempre che a settembre non vi saranno elezioni anticipate…

  18. Werner. Le espulsioni non servono a nulla. Quelli cambiano identità come noi la camicia, viva la peppa e non parte mai nessuno! Campi di lavoro coatto servono, non un pezzo di carta con il quale i bongo-bongo si puliscono il tafanario…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *