0

Calcio. Inghilterra, Rooney: “Non giocherei in Italia”. Hodgson: “Indimenticabile l’Inter”

Pubblicato il 1 aprile 2015 da Mario Bocchio
Categorie : Sport/identità/passioni

Italia-Inghilterra_31_03_2015 (220)Il gioiellino Harry Kane, attaccante del Tottenham, ha giocato da titolare e Wayne Rooney è stato il capitano.

Così Roy Hodgson, Ct dell’Inghilterra dopo l’1-1 di Torino contro l’Italia: “È stato bello poterli schierare insieme, si sono allenati bene e sono contento del loro rendimento”. “Kane meritava la sua chance, per noi è stata una partita importante che abbiamo trattato in modo molto serio. L’Italia è un avversario di prestigio, è stata la possibilità per i nostri che sono scesi in campo di dimostrare di meritare il posto. Non dobbiamo pensare a cosa è successo al Mondiale, ma credo che ora dobbiamo pensare prima di tutto a qualificarci per gli Europei”, ha detto ancora Hodgson.Italia-Inghilterra_31_03_2015 (180)

Il tecnico inglese è poi tornato sulle tensioni intorno al Ct azzurro Conte: “Sono al corrente, ma credo sia un problema da risolvere tra il tecnico e i club italiani. Penso sia un argomento importante, non è una situazione anomala. Succede spesso perché c’è sempre conflitto tra Nazionali e società che nelle pause vorrebbero tenere i giocatori per farli allenare”. Italia-Inghilterra_31_03_2015 (177)Infine sul suo ricordo più bello dell’Italia, Hodgson, ex tecnico dell’Inter ha detto: “Ho vissuto tanti bei momenti in Italia. Se devo sceglierne uno, direi che è la sera in cui Massimo Moratti mi ha proposto di diventare allenatore dell’Inter. E inoltre ho avuto la possibilità di diventare un buon amico di Giacinto Facchetti. Mi spiace solo aver perso la finale di Coppa Uefa ai rigori contro lo Schalke 04”.

“È bello per il calcio inglese che Kane stia facendo bene, spero possa proseguire nel suo momento di forma. È stata una serata importante per lui, era il suo esordio e sono contento di aver giocato al suo fianco”. Lo ha detto Wayne Rooney, attaccante dell’Inghilterra.

Il futuro di Rooney non è mai stato vicino all’Italia. La conferma è arrivata dallo stesso giocatore dello United: “Non ho mai pensato di giocare in Italia, amo la Premier League e spero di poterci rimanere. Da ragazzo guardavo il calcio italiano, ci sono tante squadre importanti come Juve, Milan e Inter e mi piaceva molto la Fiorentina di Batistuta. Ma ripeto, non mi piacerebbe giocare nella vostra serie A”.

@barbadilloit

@MarioBocchio

Di Mario Bocchio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>