0

Scintill&Digitali. Telegram Messenger, l’alternativa che batte WhatsApp

Pubblicato il 13 marzo 2015 da Giuseppe Contarino
Categorie : Scintill&digitali

telegram1Una volta bisognava aspettare la “Christmas card” per poter scambiare SMS con i propri amici senza l’ansia di esaurire il credito del cellulare. In seguito, con l’avvento degli smartphone collegati ad internet, le app di messaggistica hanno praticamente soppiantato il vecchio “short message service” introducendo un nuovo metodo di comunicazione da cellulare. Nel settore WhatsApp è sicuramente l’applicazione più conosciuta ed installata, ma non è di certo l’unica. E forse neanche la migliore.

Oggi vi parliamo di Telegram Messenger, un’app che ha tutte le carte in regola per battere la concorrenza. Partiamo dal primo vantaggio – non indifferente –: Telegram è interamente gratuito, non prevedendo alcun costo di download o di successivi rinnovi. Da un punto di vista tecnico, poi, offre molto di più di WhatsApp: oltre a possedere tutte le caratteristiche del suo “collega” più celebre, Telegram non ha limiti per lo scambio di files tra dispositivi, permettendo il trasferimento non solo di foto/immagini e contatti, ma anche di documenti o altro (files di testo, files musicali…).

Con un solo numero di cellulare, l’app può essere installata su più dispositivi contemporaneamente (ad es. cellulare e tablet, funzione che con WhatsApp non è permessa) ed è addirittura possibile utilizzarla anche da pc.

Disponibile per tutte le piattaforme (Android, iPhone/iPad, Windows Phone, Mac OS X, pc e Linux), l’Application programming interface (API) di Telegram è disponibile gratuitamente per ogni programmatore che volesse implementarlo, come libero è anche il source code.

telegram2Punti forti anche sul versante della sicurezza: oltre a prevedere la possibilità di messaggi che si “autodistruggono” con un timer, i messaggi scambiati con Telegram sono a prova di hacker e criptati.

Quest’app ha insomma tutte le potenzialità per imporsi come riferimento: bisogna solo aspettare che un maggior numero di utenti superi le diffidenze iniziali ed incominci ad utilizzarla.

Per maggiori informazioni ed i download per tutte le piattaforme, qui il link al sito ufficiale.

@barbadilloit

@capitanorvs

Di Giuseppe Contarino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>