2

L’intervista. Di Stefano (CP): “Sovranità per stare “da destra” nel progetto di Salvini”

Pubblicato il 9 febbraio 2015 da Fabrizio Ciannamea
Categorie : Le interviste Politica

simone di stefano“Sovranità non è solo Casapound, e sta cercando, riuscendoci, di raggruppare quel mondo della Destra che vuole essere nel progetto salviniano e che non vuole tentennamenti”. A parlare è Simone Di Stefano, vice-presidente di Casapound Italia, che l’8 febbraio 2015 ha presentato a Bari, presso la Villa Romanazzi-Carducci, il neonato movimento politico “Sovranità-Prima gli Italiani”. Questa proposta politica si è spontaneamente ritrovata nel progetto che Matteo Salvini sta portando avanti da diversi mesi, auspicandosi di poter costituire, al termine di tale percorso, anche in Italia un “fronte lepenista”.

di stefano a bariCos’è “Sovranità”?

“Sovranità è un contenitore che vuole sostanzialmente portare il mondo della Destra all’interno del progetto salviniano in maniera chiara e pulita. E’ un soggetto accreditato all’interno di quanto si sta muovendo intorno a Salvini, non è sicuramente “Noi con Salvini”, ma un’altra formula che raccoglie persone che hanno già una storia politica, che hanno una propria cultura e che quindi vogliono stare con Salvini da Destra senza tentennamenti, come si vede altrove”.

Quindi quali sono attualmente i rapporti tra Casapound Italia e Matteo Salvini?

“I rapporti sono buoni e sono quelli di sempre. Però oggi c’è “Sovranità” ed è importante parlare di questo progetto perché rappresenta un passo in avanti. Casapound aderisce a “Sovranità”, al cui interno vi è il sottoscritto, nonché vice-presidente di Casapound. Tuttavia “Sovranità” è qualcosa di più largo. Noi il 28 febbraio scenderemo in piazza come “ Sovranità”, e questo sarà il soggetto politico che opererà all’interno del mondo salviniano”.

sovranitàAttraverso “Sovranità” ci saranno candidati alle politiche di Casapound Italia?

“Di questo non abbiamo parlato e non è la cosa importante. Noi vogliamo semplicemente dare il nostro appoggio a Salvini. “Sovranità” non è solo Casapound, e sta cercando, riuscendoci, di raggruppare quel mondo della Destra che vuole essere nel progetto salviniano e che non vuole tentennamenti; noi abbiamo ex consiglieri di Fratelli d’Italia nonché di Forza Italia, insomma c’è un mondo che vuole stare chiaramente con Matteo Salvini. Da Destra”.

@barbadilloit

Di Fabrizio Ciannamea

2 risposte a L’intervista. Di Stefano (CP): “Sovranità per stare “da destra” nel progetto di Salvini”

  1. CONDIVIDO IL PROGETTO!

  2. Vedremo quanto peso avrà questo progetto, ora che ritornerà alla ribalta, ahimè, la nuova “an”.
    Perché non si è chiesto esplicitamente ai soggetti dell’area sociale, come forza nuova, di entrare in questo gruppo, invece di buttarsi in ambienti liberisti/democristiani. D’accordissimo con la formula dell’appoggio esterno a salvini ma se la politica è fatta di numeri percentuali e non di ideali, che snobismo riceverete con i numeri che da sola casapound rappresenta?
    Quando si capirà che il concetto di spiritualità di Evola e quello cristiano, nelle battaglie comuni, devono essere messi da parte. Esistono correnti in tutti i grandi partiti perché si continua a cercare l’ago della divisione nel pagliaio di idee comuni?

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>