0

ItalRugby. Azzurri sconfitti dall’Irlanda: un regresso sul piano del gioco

Pubblicato il 8 febbraio 2015 da MB
Categorie : Sport/identità/passioni

Italia-Irlanda 07_03_2015 (5)Sei Nazioni: un’ora per trovare la chiave, poi è solo Irlanda. Italia ko pesante, 26-3. All’Olimpico di Roma il fortino degli Azzurri regge un’ora, poi arrivano le mete di Murray e O’Donnell. All’Italia è chiaramente mancato il possesso.

L’irlandese Conor Murray: “Partita difficile, soprattutto nei breakdown. Complicato il primo tempo poi siamo riusciti a fare nostra la gara”.Italia-Irlanda 07_03_2015 (2)

Il Ct azzurro Jacques Brunel: “E’ una delusione, l’Irlanda ha avuto il 70% del possesso, abbiamo perso troppe touche e perso troppi palloni. L’imperativo è di equilibrare il possesso, è impossibile vincere una gara con il 30% del possesso. Dobbiamo fare meglio la conquista e imporre qualcosa agli avversari. L’evoluzione del punteggio si è avuta in rapporto al possesso e non alla presenza in campo di Haimona o di Allan, c’è stato troppo disequilibrio nella conquista e nel possesso. L’efficacia che avevo chiesto non c’è stata, quando conquistavamo la palla la perdevamo subito. La touche è quella che ha avuto più problemi e poi abbiamo preso 9 punti di penalità con la mischia. Il pack però non ha giocato male. La gara è stata negativa in rapporto al risultato e al disequilibrio. Oggi di positivo c’è stata la difesa, abbiamo preso mete solo in inferiorità numerica, altrimenti abbiamo fatto delle fasi difensive di grande qualità. Cambiamenti a Twickenham? Il 20% di possesso in più, almeno”.Italia-Irlanda 07_03_2015 (7)

Il capitano di ItalRugby Sergio Parisse: “C’è tanta delusione ma non possiamo giocare quasi 80 minuto solo per difendere. Non si può pretendere di vincere senza possesso e con troppe touche perse, solo negli ultimi 7-8 minuti abbiamo avuto un po’ di possesso. Se a Twickenham giochiamo così perdiamo sicuramente. Sono deluso perché oggi non abbiamo mai giocato alla pari. A livello di gioco siamo stati a zero. Abbiamo lottato e siamo stati presenti nel combattimento, abbiamo solo difeso, non giocato. Questa partita ci deve servire da lezione perché se le giocheremo tutte così non ne vinceremo nemmeno una. Oggi l’Irlanda non ha fatto cose clamorose ma noi non abbiamo fatto nulla, dobbiamo alzare il nostro livello. In attacco dobbiamo giocare con le nostre qualità, sappiamo che magari non abbiamo giocatori particolarmente veloci che fanno la differenza, ma con questi stessi giocatori in passato abbiamo giocato anche un grande rugby d’attacco. Sappiamo attaccare”.

@barbadilloit

@MarioBocchio

Di MB

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>