0

Marò. Encomio per Latorre. Ha soccorso un ciclista investito da “pirata della strada”

Pubblicato il 28 gennaio 2015 da Redazione
Categorie : Cronache

massimiliano-latorreLo Stato Maggiore della Difesa ha tributato un encomio solenne al fuciliere di Marina Massimiliano Latorre, protagonista insieme al commilitone Salvatore Girone del noto caso internazionale che sta mettendo a dura prova la diplomazia italiana e indiana. Come previsto dal Codice dell’Ordinamento Militare, il sottufficiale è stato premiato per aver soccorso un ciclista, investito a New Delhi nell’aprile dello scorso anno da – ironia della sorte – un pirata della strada. Ecco le motivazioni, a firma dell’Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli, Capo di Stato Maggiore della Difesa.

La lettera

“Sottufficiale di notevole levatura morale che, libero dal servizio, con incondizionato senso del dovere, altruismo e ammirevole spirito d’iniziativa, ha gestito una situazione di emergenza mettendo a frutto la propria esperienza professionale e personale.

Il Capo di 1^ cl. Massimiliano Latorre, il giorno 23 aprile 2014, alle ore 06.00, mentre svolgeva il quotidiano ricondizionamento fisico per il quartiere diplomatico di Delhi assieme a personale dell’Ufficio Militare presso l’Ambasciata d’Italia, è stato testimone di un grave incidente stradale nel quale sono state coinvolte una bicicletta ed una autovettura. Il conducente di quest’ultima, dopo aver impattato con violenza la parte posteriore del ciclo, fuggiva lasciando il ciclista a terra gravemente ferito e dolorante. Il Sottufficiale, che percorreva la carreggiata opposta, soccorreva immediatamente il malcapitato ciclista che, rovinosamente investito, lamentava forti dolori al corpo.

Con coraggio e grande prontezza di spirito, il Sottufficiale, coordinandosi con gli altri due colleghi presenti, prima si accertava delle condizioni del ferito e poi si posizionava al centro della strada segnalando la presenza di un ostacolo sulla carreggiata alle autovetture che sopraggiungevano ad elevata velocità.

Grazie al suo tempestivo intervento a protezione del ferito, tutto il traffico stradale veniva deviato evitando un epilogo ancor più grave del sinistro stradale. Nel frattempo, giungevano sul luogo dell’accaduto altri pedoni, i quali provvedevano a chiamare idonei soccorsi.

Il Sottufficiale, solo dopo essersi accertato che la situazione era sotto controllo e che il ciclista ferito veniva sottoposto alle prime cure medico-sanitarie, unitamente ai due colleghi, si allontanava dal luogo dell’incidente, facendo rientro presso la Missione Diplomatica Italiana, non prima di ricevere segni di riconoscenza da parte di un Ufficiale della Marina Indiana che aveva assistito all’episodio.

Il Capo di 1^ cl. Massimiliano Latorre è un chiaro esempio di elette virtù civiche e militari, non nuovo a tali gesti, che si è posto in luce anche nel 2012, quando risiedeva nel carcere di Trivandrum in Kerala. In quell’occasione, nella ressa che i giornalisti quotidianamente facevano attorno a sé ed altro commilitone, un suo intervento tempestivo evitava che un reporter venisse travolto da una autovettura in manovra, episodio che in quella circostanza ebbe notevole risonanza nella stampa locale.

Splendida figura di Sottufficiale, che con la sua qualificatissima azione ha riscosso il plauso dei numerosi presenti e del Capo Missione Diplomatica, Ambasciatore Daniele MANCINI, contribuendo in modo significativo ad elevare l’immagine del Paese, nel contesto internazionale, ed il prestigio della Difesa e della Forza Armata di appartenenza”.

Il Capo Di Stato Maggiore Della Difesa, Ammiraglio Luigi Binelli Mantelli

Di Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>