0

Calciomercato. La Lucarelli: “No a Balotelli all’Inter. Per lui meglio andare in un cantiere”

Pubblicato il 28 dicembre 2014 da Bruce Grobbelaar
Categorie : Sport/identità/passioni

Selvaggia-Lucarelli-1Lo stanno rimandando al mittente, come uno smartphone che, nonostante tutti gli sforzi, non riesce a connettersi. Manco all’adorato Twitter. Come un frullatore che riesce a far solo casino ma che sminuzza e maciulla poco (o quello che non dovrebbe), ecco che si materializza il fantasma del cavallo di ritorno, Mario Balotelli. Il Mancio interista pare gli abbia perdonato le marachelle di Manchester sponda City e adesso l’avrebbe richiamato a Milano, sponda Inter. Il ritorno del Balo ha diviso gli interisti. C’è chi, pochissimi a dire il vero, è pronto a concedergli l’ennesima chance e sogna il Gangsta Football a San Siro. La stragrande maggioranza dei supporters nerazzurri, però, lo vorrebbero a Milano solo per sottoporlo alla giusta punizione: la fantozziana crocifissione nella sala mensa della Pinetina. Gettar la maglia in terra, calpestare i simboli Bauscia non lo si perdona a nessuno.

balotelli presepeTra i tanti che già si son schierati, c’è anche la mitica Selvaggia Lucarelli. Un messaggio sui social che si legge tutto d’un fiato, SuperMario, vai a lavorare.La Lucarelli ha sentenziato: “Balotelli non lo vuole più nessuno. Il Liverpool lo mette nella calza della Befana a chi se lo piglia, lui vuole tornare all’Inter ma all’Inter i tifosi lo schifano ed è probabile che in questo momento, se volesse tornare, lo schiferebbe pure la Fico. Insomma, direi che per lui è il momento di unirsi a un’unica, nuova squadra che di sicuro lo accoglierebbe a braccia aperte: quella degli operai di un bel cantiere edile nel bergamasco”.

@barbadilloit

 

Di Bruce Grobbelaar

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>