2

Esteri. I media italiani celebrano le difficoltà russe: non sanno cosa ci aspetta

Pubblicato il 16 ottobre 2014 da Augusto Grandi
Categorie : Esteri

eu-russia-summit-lNon c’è alcun dubbio: l’operazione di strangolamento della Russia da parte di Washington sta riuscendo. Il prezzo del petrolio scende, anzi precipita, e Mosca incassa sempre meno in una situazione di crescente difficoltà interna. Gli Stati Uniti che non son più capaci di far le guerre sui campi di battaglia, sanno perfettamente come far le guerre economiche e finanziarie. Guerre sacrosante, per i loro interessi.

Ma ciò che è meno sacrosanto è l’entusiasmo di giornalisti ottusi italiani, convinti che le difficoltà economiche dei russi rappresentino un bene per l’umanità intera. Potrebbero informarsi dai produttori di frutta e verdura che hanno visto i prodotti marcire nei campi o nelle cassette perché Mosca non compra più. E, in prospettiva, andrà anche peggio. Perché un incremento della povertà in Russia significa anche un calo delle importazioni di tutto ciò che caratterizza il made in Italy. Niente più Barolo o Brunello, andranno benissimo vinacci di infima qualità in arrivo da chissà dove. Basta con i gioielli italiani, basta con gli abiti delle grandi firme.

Ma ai servi sciocchi del padrone Usa importa qualcosa dei posti di lavoro che si perderanno in Italia? Ovviamente no. Loro attaccano l’asino dove vuole il padrone. E chi perde il lavoro, si arrangi. D’altronde il burattino sta per imporre in Italia il modello di lavoro americano. Stessa assenza di regole. Stessi stipendi? No, quelli no. Si copiano le regole, mica i livelli salariali. Così come si copia la logica dei minijob tedeschi, mica i livelli salariali degli operai della Volkswagen. Il nuovo modello di sviluppo prevede gli schiavi, ed il burattino li procurerà. Favorendo giovani e donne in nome della dis parità. E per le donne arriverà l’innovazione prevista dalle multinazionali Usa: quelle che vogliono far carriera e non han tempo per far figli (come se si trattasse di un distributore automatico a gettone), possono congelare gli ovuli. A spese della generosissima azienda, ovviamente. Che indicherà quando la manager non servirà più e potrà dedicarsi alla gravidanza. Ma è così moderno, così innovativo, così renziano.

Rottamiamo i bambini, rottamiamo le famiglie, rottamiano la cultura. Efficienza e risparmi. Poi si scopre che le Borse crollano perché la Grecia, la minuscola Grecia, vorrebbe garantire qualche minima tutela in più per la sopravvivenza della propria gente. Schiavisti fragili, speculatori ignobili, politici servi e media zerbinati. Forse gli ovuli congelati è meglio che restino in freezer.

@barbadilloit

Di Augusto Grandi

2 risposte a Esteri. I media italiani celebrano le difficoltà russe: non sanno cosa ci aspetta

  1. Quale novità, dott. Grandi?! Negli ultimi settant’anni i “giornalisti ottusi italiani” ed i “servi sciocchi del padrone Usa” non hanno fatto altro che perseguire gli interessi degli americani. Una volta li si chiamava – perfino! – alleati.

  2. E’ lultimo atto di un conflitto epocale che vede da una pare L’ occidente e le sue cripto-ideologie livellatrici , omologanti, distruttive dei corpi sociali intermedi, totalitarie, ….. ; e dall’ altra tutti ooloro ( popoli, culture, religioni, specificita etniche , politiche, culturali ) che vi si oppongono.

    Se cadra l’ occidente e la sua egemonia, con il suo dio secolarizzato e morto dentro ‘ , emergeranno i panthen plurali originari … Prima si va ‘ oltre la linea ‘ del nulla , portando il processo di contrapposizione alle estreme consuguenze , e prima arriveremo alla liberazione …

    Che volete che ne capiscano di ‘ conflitti epocali ‘ i giornalisti italioti pagatinda sempre per mentire …

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>