0

Scintill&digitali. Ritot l’orologio del futuro trasforma lo schermo in ologramma

Pubblicato il 13 luglio 2014 da Natale Cassano
Categorie : Scintill&digitali

“Il futuro della tecnologia smart è wearable (indossabile)”. Una frase che gli internauti sentono ripetere spesso. Uno degli aspetti più interessanti dei gadget indossabili è senza dubbio la loro praticità: poco pesanti e ingombranti, a differenza degli smartphone, che vanno offrendo schermi sempre più grandi, simili ai tab20140510123449-about1

I futuri gadget indossabili invece seguiranno una tendenza opposta: schermi sempre più piccoli e meno ingombranti. Proprio su questa filosofia si basa Ritot, il primo orologio-proiettore. Il modello rivoluzionario elimina completamente il concetto di schermo, che viene sostituito da un ologramma che riflette sul braccio l’orario e altre informazioni. Ritot infatti, come buona parte dei gadget wearable, è compatibile con le applicazioni degli smartphone. Basterà utilizzare l’applicazione Ritot, prevista sia per Android che Appstorem e un fascio luminoso ci avviserà quando stiamo ricevendo una chiamata, proietterà sul braccio i messaggi di facebook e twitter, le email e ci ricorderà i nostri appuntamenti. Il tutto in un gadget della dimensione di un bracciale e dal design molto futuristico, come potete vedere dalle foto.

E se vogliamo eliminare la notifica, basterà muovere il braccio e il sensore di movimento all’interno di Ritot spegnerà il fascio luminoso. L’orologio ha un solo bottone, con il quale si può decidere la durata dell’ologramma, con due modalità possibili: 10 minuti o permanente.

Il team di Ritot ha postato il loro progetto su Indiegogo, popolare sito di crowdfunding, ottenendo finora oltre 29mila dollari, e ne richiedono altri 20mila per completare il prototipo.

Molto interessanti anche la durata della batteria del Riot, uno degli aspetti solitamente dolenti dei gadget smart, con schermi luminosi che consumano moltissima energia.

L’eliminazione dello schermo nel Ritot permette invece di aumentare sensibilmente la durata dello smartwatch. Su Indiegogo il Ceo Ivan Powell promette un mese di durata in stand-by e 150 ore di durata con l’ologramma attivo.

Inoltre il Ritot ha un suo speciale supporto di caricamento, ovvero una pedana che lo trasforma in una sveglia da tavola.Alla velocità con cui le tecnologie degli smartwatch e dei gadget indossabili si stanno sviluppando, con prototipi sempre più innovativi come il Ritot, probabilmente in breve tempo la tecnologia degli ologrammi diventerà una consuetidine per i nostri accessori. Le potenzialità sono infinite: a chi non piacerebbe ad esempio poter proiettare i propri film in formato panoramico da qualunque smartphone o avere una tastiera-ologramma con cui poter scrivere come su un computer?

Nel frattempo, se volete rimanere aggiornati sullo sviluppo del Ritot, visitate la pagina di Indiegogo: https://www.indiegogo.com/projects/ritot-the-first-projection-watch.

@barbadilloit

 

 

 

Di Natale Cassano

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>