0

Francia. La complessità del Front National e le radici solidariste

Pubblicato il 26 marzo 2014 da Mario Bozzi Sentieri
Categorie : Esteri

Le-PenAl di là della vulgata corrente e delle trite e ritrite analisi dei soliti commentatori  male informati, volete capire qualcosa di più del Front National, delle sue idee, del suo successo, della sua “consistenza sociale” ?

Leggetevi  “Le FN et le social” (a cura di Francois Vial, Editions de L’AEncre, Paris, pagg. 110, Euro 10,00;  per acquisti: diffusion@francephi.com ).

Il libro non è un saggio teorico, con l’immancabile elenco di buoni principi e di ottimi proponimenti, né un pamphlet di denuncia. E’ molto di più. E’ l’assunzione di responsabilità di un mondo, di una comunità politica, rispetto alla crisi economica e sociale che ha segnato il popolo francese ed insieme una risposta concreta ed immediata, fatta di presenza sul territorio, di vicinanza al mondo dei più poveri e degli “esclusi”. E’ la Storia dell’ ASP (Action Sociale Populaire) e del suo fondatore, Padre  Jean-Pierre Blanchard, grande amico di Jean-Marine Le Pen.

Creata nel  2005 l’ASP è la risposta “da destra” all’aumento della povertà, inizialmente Blanchard_Le-FN-et-le-Socialattraverso  la distribuzione di vestiario e di  generi alimentari , poi con la costruzione di una vera e propria rete di solidarietà verso gli indigenti, fino all’ambizione di dare un tetto a chi non lo ha, rompendo la spirale della precarietà esistenziale.

Dall’iniziale esperienza parigina, l’ azione dell’ ASP si è diffusa in altre zone del Paese, grazie all’impegno diretto dei quadri e dei militanti del FN. I giovani sono in prima linea, coniugando la crisi economica  con l’ultra liberismo e l’iper nomadismo, la precarietà sociale con  l’immigrazione clandestina  ed il silenzio della “buona” borghesia di sinistra, nel segno della “fraternité francaise”, espressione della solidarietà nazionale e della giustizia sociale.

Il libro è la sintesi di quell’esperienza, con decine di testimonianze, ed un significativo apparato fotografico,  dal quale si coglie immediatamente l’orgoglio  per un’appartenenza insieme umana e politica,  sociale e culturale,  che aiuta a capire, anche  da lontano, i recenti fatti francesi, i successi elettorali del FN, e l’emergere di Marine Le Pen quale figura centrale del panorama politico  d’oltralpe. Anche da lì, da quella vicinanza sociale, si può comprendere come oltre lo slogan “Le social, c’est le Front National !” ci sia di più, molto di più. Ed i francesi evidentemente lo hanno capito.

@barbadilloit

Di Mario Bozzi Sentieri

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>