0

Ucraina. Gli analisti in Russia non escludono un intervento militare di Mosca

Pubblicato il 1 marzo 2014 da Redazione
Categorie : Esteri

kievGli analisti in Russia non escludono  un intervento militare di Mosca in territorio ucraino – avallato oggi dal Consiglio della Federazione su richiesta del presidente Vladimir Putin -: oltre alla Crimea le truppe della Federazione potrebbero dirigersi anche verso le regioni sud-orientali dell’ex repubblica sovietica.

Per Dmitri Trenin, direttore del prestigioso Carnegie Moscow Center, Putin ha chiesto il via libera del Senato per l’invio di truppe a “normalizzare” la situazione in Ucraina, non solo in Crimea. “La premessa implicita – ha spiegato l’analista – è che non vi sia una autorità legittima in Ucraina dopo che l’accordo del 21 febbraio tra il presidente Yanukovich e l’opposizione è stato rotto dal Maidan e dalla stessa opposizione”. “Il Paese – ha scritto Trenin, in un’analisi sul sito del Carnegie – è considerato essenzialmente in uno stato di caos, che rappresenta un pericolo per i cittadini russi, i compatrioti e il personale militare sul territorio ucraino”. Per lo studioso russo non è da escludere la soluzione di una Crimea aderente alla Federazione russa.

Infine i rapporti con gli Stati Uniti: c’è la richiesta del Senato russo di richiamare in patria l’ambasciatore negli Usa. La crisi sembra molto più complessa della querelle in Georgia nel 2008.

@barbadilloit

Di Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>