0

Calcio. Bayern, la guerra di Guardiola contro lo spione: “Se lo piglio, lo stronco”

Pubblicato il 26 novembre 2013 da Giovanni Vasso
Categorie : Sport/identità/passioni

guardiola bayernChi fa la spia, oltre a non essere figlio di Maria, non giocherà più nel Bayern Monaco. Pep Guardiola, dopo il super-classico di Germania stravinto ai danni del Borussia di Jurgen Klopp, si è incazzato peggio di una iena: tutta colpa della talpa che spiffera alla stampa i segreti dello spogliatoio bavarese e che ha regalato alla Bild preziose indiscrezioni sulla formazione che avrebbe mandato in campo contro i gialloneri di Dortmund.

RABBIA E ARENA – La vittoria netta e senz’appello (3-0) contro ‘la’ rivale per eccellenza ed il 38esimo risultato utile consecutivo (si sta scrivendo l’ennesimo record a Monaco di Baviera…) non hanno rasserenato del tutto Guardiola. Leggere sulle colonne della Bild l’anteprima della formazione è stato per lui come apprendere del tradimento della moglie. Ci sono misteri che non possono essere divulgati, luoghi santi che non vanno assolutamente profanati. Specialmente da chi li frequenta. E perciò, Pep ha annunciato la sua guerra allo ‘Snowden’ del Bayern: “Se lo prendo, lo stronco!”.

 

Video al momento non disponibile.

RUMMENIGGE E LA NSA – Non meno arrabbiato, ma più fine e sottile l’ad dei bavaresi, Karl Heinz Rummenigge che la butta quasi sul politico: “Non chiederemo certo aiuto alla Nsa americana per trovare la spia – ha spiegato l’ex attaccante dell’Inter – ma è bene per tutti che esca fuori altrimenti non dovrà fronteggiare solo la rabbia di Guardiola ma pure la collera del club…». Per dire, se non si fosse già capito: Pep ti stronca e noi ti seppelliremo. Lo ‘Snowden’ del Bayern inizi già a prenotare il suo esilio…

Di Giovanni Vasso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>