0

Libri. “Il Bafometto. L’emblema dell’esoterismo” e il revival dell’occulto nella post-modernità

Pubblicato il 20 Novembre 2019 da Francesco La Manno
Categorie : Libri

Il Bafometto (Spartakus FreeMann e Soror D.S)

Secondo Max Weber, sotto la spinta del pensiero illuminista nella modernità le grandi religioni mondiali subiscono una drastica riduzione dei devoti proprio a causa della preminenza del calcolo razionale e dell’intelletto. In questo periodo storico la scienza diventa l’unica depositaria della “verità” in quanto ritenuta capace di spiegare gli eventi che coinvolgono l’uomo. Eppure come già rilevato da Oswald Spengler:

«la storia delle civiltà superiori ci mostra che la scienza è un fenomeno tardo e passeggero, pertinente all’autunno e all’inverno di questi grandi organismi viventi, spettacolo che nel pensiero antico e indù, cinese e arabo è durato pochi secoli, coi quali essa ha esaurito le sue possibilità. La scienza antica si è spenta nel periodo fra le battaglie di Canne e di Azio per cedere nuovamente il posto all’immagine del mondo della seconda religione. Così è anche possibile prevedere quando il pensiero naturalista occidentale raggiungerà il limite del suo sviluppo.»

(Oswald Spengler, Il tramonto dell’Occidente, Longanesi, Milano, 2015, edizione digitale, cit.)

E proprio sul finire degli Anni Cinquanta assistiamo al fenomeno della post-modernità, descritto con maestria da Jean François Lyotard, nel quale si manifesta la fiera negazione dei grandi racconti accettati dalle società a capitalismo maturo come principio di legittimazione del sapere e crollano le certezze tanto declamate dal positivismo e dallo scientismo.

Per assurdo oggi, nella c.d. modernità liquida, in cui è avvenuta una completa dissoluzione dei valori tradizionali, si rileva un parossistico ritorno all’occulto, anche se talvolta nelle sue forme più becere e cialtronesche. Sebbene afflitte dal più gretto materialismo, molte persone ricercano la possibilità di trascendere la tellurica vita fisica. Non è infatti casuale il proliferare di nuove sette nelle quali ci si rifà agli antichi culti precristiani.

Sul versante dello studio dell’esoterismo, recentemente è uscito Il Bafometto. L’emblema dell’esoterismo, volume scritto da Spartakus FreeMann e da Soror D.S., in cui viene passata in rassegna la storia di questo misterioso simbolo, a partire dai cavalieri templari fino ad arrivare ai giorni nostri. Occorre rilevare che le interpretazioni sul significato del Bafometto sono state molteplici, tanto che identificarlo è diventato assai difficile. Nato da un malinteso linguistico, riportato alla luce dalla Massoneria, viene ricollegato ai cavalieri templari e trova spazio nella teoria dei complotti, nella Chiesa Satanica e in diversi gruppi esoterici dediti alla via della mano sinistra. In esso possiamo riscontrare alcuni elementi specifici come: l’eresia, la trasgressione, il sincretismo religioso, l’androginia, la riconciliazione degli opposti, la sessualità e la vitalità. Ernest Bosc afferma che il Bafometto è una:

«Rappresentazione simbolica del Demonio. È la forma nella quale si fa adorare nel sabba. Assume questa stessa forma oppure quella di un capro nero negli incontri con le streghe. Questo essere simbolico presenta la testa di capro, flaccide mammelle femminili, corpo d’uomo e piedi di capro.»

(Spartakus FreeMann e Soror D.S., Il Bafometto. L’emblema dell’esoterismo, Edizioni Arkeios, Roma, 2019, cit. p. 173).

Aleister Crowley ritiene invece che esso sia il Padre Mitra, il demiurgo, l’ermafrodita perfetto, il Rebis alchemico, l’Arcano della Perfezione, il dio Pan e anche il simbolo del tutto che si incarna nella Arcano Maggiore XV dei Tarocchi, cioè il Diavolo. Data la grande influenza che ha suscitato nelle generazioni successive, il Bafometto è diventato un emblema della Wicca, del neopaganesimo, del satanismo e del New Age.

Sebbene siano trascorsi diversi secoli, ancora oggi questo simbolo continua ad affascinare gli esperti di storia delle religioni e di esoterismo, tanto che sono svariati i libri e le conferenze che gli sono stati dedicati. Il Bafometto. L’emblema dell’esoterismo è un ottimo saggio per gli esperti interessati ad approfondire il tema, ma anche un buon punto di partenza per i neofiti che vogliono avvicinarsi all’argomento.

* Il Bafometto. L’emblema dell’esoterismo, Spartakus FreeMann e Soror D.S, Edizioni Arkeios, 2019, 247 pagine, 22,90 euro

Di Francesco La Manno

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *