0

Lavoro. Terni l’anima di un popolo e la squadra di calcio con i caschi gialli

Pubblicato il 21 ottobre 2014 da Angelo Mellone
Categorie : Cronache

ternanaCon rammarico ammetto di non aver ricompresi in “AcciaioMare” Terni tra le città dell’acciaio con Taranto, Piombino, Genova e Trieste. Eppure Terni, i ternani, stanno dando lezione agli smemorati su cosa davvero è l’amore per la storia e l’identità di una città industriale. L’orgoglio che migliaia di persone mettono per difendere l’acciaio, gli studenti e gli operai uniti, gli striscioni, la mobilitazione di massa a difesa della siderurgia, della storia e della memoria, sono tutto quello che sognavo e che la storia di Taranto avrebbe meritato, e ancora merita di fronte al rischio di una catastrofe industriale e alla detroitizzazione di un territorio. Invece, niente: anzi, abbiamo conosciuto l’ambientalqualunquismo. Purtroppo. E quanta invidia fanno i giocatori della Ternana che indossano i caschi dei lavoratori dell’acciaio. Questa si chiama anima di un popolo.

MelloneACCIAIOMAREpiatto@barbadilloit

Di Angelo Mellone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>