6

Il caso. L’eterno ritorno di Gianfranco Fini: sabato 25 a Bari incontro aperto “ai curiosi”

Pubblicato il 15 ottobre 2014 da Odoacre Chierico
Categorie : Politica
Gianfranco Fini si presenta come allenatore, ma vuole tornare in pista...

Gianfranco Fini si presenta come allenatore, ma vuole tornare in pista…

“Dalla Puglia le idee per la destra di domani”: Gianfranco Fini non vuole stare in panchina (come aveva lasciato intendere dallo spot della sua ultima performance). L’ex presidente della Camera ha promosso sabato 25 ottobre una assemblea regionale di Libera Destra in un cinema a Bari: l’obiettivo è tornare ad ricoprire un ruolo attivo nell’arcipelago diviso delle destre post-Alleanza Nazionale. E per questo gli incontri promossi dai suoi fedelissimi in Italia saranno un test in vista dei passi successivi: dopo aver rottamato di fila il Msi, An e Futuro e Libertà, ha già registrato due nuovi loghi di partito, Destra repubblicana e Alleanza di destra.

La nota stampa diffusa dagli organizzatori (la Promostudio che ha curato la campagna elettorale del sindaco Pd Antonio Decaro) spiega che “non ci sono partiti, solo idee per dare un volto nuovo alla destra di domani!”. E aggiunge che “l’evento è autofinanziato in forma libera, inoltre prevede la possibilità a tutti gli interessati ed i curiosi di partecipare”.

“L’incontro pertanto sarà proposto con una nuova formula, più snella, nuova e di forte impatto comunicativo, nessun sermone e nessuna predica, solo la voglia di ascoltare e recepire l’entusiasmo dei giovani pugliesi di destra. Saranno inoltre presenti esponenti della destra pugliese pronti a recepire l’apertura verso la nuova classe dirigente. L’assemblea sarà la prima tappa di un tour per le regioni italiane che si concluderà con una convention nazionale”.

Fini torna quindi in pista con il suo giro d’Italia e riparte dalla Puglia dove alle elezioni politiche il suo movimento chiuse la campagna elettorale in un cinema deserto di Bari, davanti a poche decine di sostenitori, raccogliendo nelle urne lo 0,63 alla Camera, con 13.805 voti.

@barbadilloit

Di Odoacre Chierico

6 risposte a Il caso. L’eterno ritorno di Gianfranco Fini: sabato 25 a Bari incontro aperto “ai curiosi”

  1. Grande Fini!!! L’unico in grado di guidare la Destra in Italia! Alla faccia di quel cialtroni dei vari Alf-ano,Meloni e Larussa… GRANDE PRESIDENTE!!!

  2. MIO DIO….

  3. Ma perche’ offendere Meloni e offendere Larussa che sono dei liberal-destra anche loro ? Quale e’ la differenza tra il deputato corsaro di FdI e la posizione di Fini per es. sull’ abolizione dell’ art. 18 ….
    Siete tutti egualmente di destra , antropologicamente antifascisti, nemici della Nazione Sociale, amici dell’ occidente liberl/democratico che ha distrutto la sovranita’ monetaria, politica, militire e culturale della Nazione.
    Siete i figli diretti dei Savoia, di Bava Beccaris, dei vicere’ borbonici convertiti al parlamento borghese, siete la discendenza dei Salandra, dei generali di Caporetto, dei Badoglio, dell’ antifascismo filoamericano annidato dentro il neo-fascismo, siete massoni di serie c , criptopidduisti, siete ilmprodotto culturale degli Armando Plebe, dei Marcello Pera, dei Domenico Fisichella, degli Alessandro Campi di turno….
    In una parole …noi per voisiamo il male assoluto e voi per noi parafrasando De Benoist siete Il nemico principale.

  4. Ma perché Fini si ostina nel cercare di rientrare in politica? È legittimo cambiare idea, ma se si è in politica attiva e se si sono dette pubblicamente certe cose non si può più ripresentarsi dicendo il contrario, in questi casi ci si ritira nel privato e basta. Soltanto in Italia può accadere una cosa del genere, è una questione di dignità. Quello che non capisco è come facciano alcune persone a restare sole e a fare i conti con la propria coscienza: o sono stupide o sono infelici.

  5. perche lui come tutti i suoi amici o ex amici non hanno mai avuto voglia di lavorare…..a parte tutto sarebbe ora di stendere l’oblio piu assoluto a questo squallido personaggio e ai suoi amici e ex amici(…meloni rampellim la russa corsaro etc..)

  6. La colpa più grande di Fini è quella di aver creato una classe dirigente più “traditrice” di lui. Fini sarà Badoglio, ma gli allegri compari dell’attuale centrodestra cattotalebano sono già scappati a Brindisi…

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>