0

Il caso. Storace come Guareschi: “Se il 21 ottobre mi condannano, andrò in carcere”

Pubblicato il 3 ottobre 2014 da Redazione
Categorie : Cronache

storace“Sono un prigioniero politico, l’art 278 va abrogato, se il Parlamento non si muove, il 21 ottobre andrò in carcere. E se verrò condannato per più di 2 anni non potrò candidarmi e dovrei dimettermi. Quello che sto subendo è un processo indegno”: così ha fatto il punto della situazione oggi Francesco Storace, nel corso dell’udienza speciale tenutasi presso il Tribunale Dreyfus, istituito da Arturo Diaconale, come “simulazione” di quanto accadrà il 21 ottobre, davanti al Tribunale di Roma, con il leader de La Destra imputato di vilipendio al Capo dello Stato.

All’incontro sono intervenuti il parlamentare Pd Roberto Giachetti (“In Italia i diritti non sono uguali per tutti”, ricordando vari precedenti di insulti a Napolitano, mai puniti) e Massimiliano Smeriglio, consigliere regionale Sel del Lazio (“I reati di opinione sono proprio di un regime, non di una democrazia”) e l’avvocato radicale Rossodivita. Presenti tra gli altri anche Antonio Tajani e Maurizio Gasparri.

@barbadilloit

Di Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>