3

Politica. FI verso la scissione. Lite Berlusconi-Fitto. Il Cav: “Vai via, sei figlio di Dc”

Pubblicato il 2 ottobre 2014 da Antonio Fiore
Categorie : Politica

Berlusconi-FittoAlta tensione nell’ufficio di presidenza di Forza Italia e scissione alle porte nel partito. Raffaele Fitto e Daniele Capezzone hanno votato contro la relazione di Silvio Berlusconi, scatenando l’ira del Cavaliere. L’intervento dell’eurodeputato pugliese è stato interrotto più volte dall’ex premier, che ha anche ricordato le origini democristiane del leader della minoranza, spiegando che Forza Italia è un’altra cosa. Dopo questa accusa il politico di Maglie ha deciso di non terminare l’intervento.

Fitto contestava la scarsa opposizione al governo Renzi, e Berlusconi è sbottato, come riporta Corriere.it. “Ho commissionato un sondaggio – avrebbe cominciato la sua invettiva il leader di Fi – e con questi tuoi distinguo continui perdiamo voti, non fai altro che danneggiarci, invece bisogna lavorare sull’unità del partito. Se vuoi restare bene, ma non puoi sempre criticare su ogni cosa, altrimenti è meglio che vai in un altro partito, basta con tutte queste dichiarazioni contro di me. Ci fai perdere il 3-4% di voti. Se vuoi  vieni a parlare direttamente con me, ma non andare in tv a parlare contro il partito”.

Il paragone Fitto-Fini

Il Cavaliere avrebbe poi paragonato Fitto all’ex presidente di An, Gianfranco Fini. “C’è stato – questa l’osservazione che viene riferita da chi era presente – un altro che si è comportato in questo modo e sai come è finita. Se non sei d’accordo puoi anche fare un altro partito”.

L’attacco alle origini democristiane di Fitto mette fine all’intervento del pugliese

L’ex presidente del Consiglio si è poi alzato e si è avvicinato a Fitto: “Tu sei figlio di un vecchio democristiano (Totò Fitto, ex presidente Dc della Regione ndr), FI è un’altra cosa, non c’è spazio per certi comportamenti”. “Meglio che mi fermo qui”, avrebbe replicato Fitto.

L’antefatto

Fitto ha contestato che si votasse la relazione del Cavaliere prima della discussione collegiale, una questione metodologica non di poco conto. “C’è stato un episodio spiacevole: votare prima di discutere”, raccontano. Alla fine solo il pugliese e Capezzone hanno espresso voto contrario.

La scissione

Dopo le scintille degli ultimi mesi, la presenza di Fitto in Forza Italia è davvero alle battute finali. L’epilogo non è ancora scritto, ma da “protesi” del Cavaliere, il deputato di Maglie è diventato un insopportabile oppositore interno. Le strade si divideranno prestissimo. Come? Si vedrà nelle prossime ore.

Le ripercussioni in chiave regionali pugliesi

In primavera si vota per le regionali pugliesi e queste fibrillazioni in Forza Italia contribuiscono a indebolire la coalizione di centrodestra, mentre a sinistra Michele Emiliano (stante le primarie contro avversari molto deboli) è in campagna elettorale da mesi. Non è da escludere che alle regionali si possano ipotizzare strane maggioranze: allo studio c’è un polo neocentrista alternativo a Forza Italia.

@barbadilloit

Di Antonio Fiore

3 risposte a Politica. FI verso la scissione. Lite Berlusconi-Fitto. Il Cav: “Vai via, sei figlio di Dc”

  1. ecco una vera occasione al diavolo il nano !!! meloni fitto salvini fate qualcosa di DESTRA

  2. mi associo al commento di Gildo, l’unica discussione che il B. accetta è quella davanti al suo specchio!

  3. sandro purtroppo prima eravamo discriminati perchè fascisti adesso anche se molto è camnbiato siamo sempre discriminati perchè fascisti . allora io non me ne sono vergognato quando ti arrestavano per un saluto romano perchè dovrei vergognarmi ora? forse perchè ho concesso a fini e gasparri di fare i porci comodi propri di quello si che mi vergogno vorrei ricordare a maurizio quando stava a sommacampagna e non faceva il servo sciocco del nano – io col nano non ho niente in comune e non lom ritengo uomo di DESTRA NE LUI NE I SUOI ACCOLITI COMPRESO IL MAURIZIO GASPARRONE NE IL GIANTULLIANO DA MONTECARLO SPERO SOLO CHE QUALCOSA DI DESTRA NASCA DI NUOVO IN ITALIA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>