3

Il caso. La Boldrini assente al convegno su Almirante. Gasparri: “Non era degna”

Pubblicato il 27 giugno 2014 da Julio Cesar Uribe
Categorie : Politica Scritti

giorgio almiranteUna assenza giustificata debolmente con la solfa di un impegno altrove, ma che conferma il profilo ideologico e settario di Laura Boldrini. Il presidente della Camera non ha partecipato al convegno «Almirante e le riforme istituzionali», che si è tenuto ieri nella Sala della Regina di Montecitorio. L’’iniziativa ormai in programma da circa due mesi, era stata organizzata dalla Fondazione Giorgio Almirante in collaborazione con la Fondazione AN, per il centenario della nascita del leader e storico segretario del Movimento Sociale Italiano.

La Boldrini aveva inizialmente dato la sua disponibilità a partecipare, salvo poi fare marcia indietro e annunciare, una ventina di giorni fa, la sua assenza a causa di impegni istituzionali. La difesa d’ufficio di Roberto Natale, ex sindacalista dei giornalisti, si commenta da sola: “Non c’è assolutamente alcuna motivazione di carattere politico ma semplicemente una serie di improrogabili impegni. Giovedì 26 giugno (domani, ndr) è fissato un Ufficio di Presidenza molto delicato, su questioni di bilancio, e poi il presidente della Camera, che ha immediatamente concesso la Sala, partirà per le Marche sempre per questioni istituzionali già da tempo in calendario”.

Massimo Magliaro, storico portavoce di Almirante nonché a lungo direttore di Rai International, ha replicato con stile: “Il presidente della Camera può scegliere liberamente di adottare qualsiasi tipo di atteggiamento, noi saremo liberi di giudicare il suo modo di agire. L’eventuale forfait della Boldrini credo che non potrà non essere considerato inopportuno poiché si tratta di un evento che non vuole celebrare il leader del Movimento Sociale, ma solo ricordare e omaggiare la sua figura e la sua vita parlamentare, durata 40 anni, che è stata molto intensa”.

Alla fine la Boldrini “non si è presentata – hanno raccontato gli organizzatori della manifestazione – e non ha nemmeno sentito il bisogno di mandare uno dei vicepresidenti»”.

Le polemiche da destra

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d’Italia: “È gravissima l’assenza della presidente che non solo non ha ritenuto di far partecipare almeno un suo vice in rappresentanza dell’assemblea di Montecitorio, ma non si è neanche degnata di inviare un messaggio di saluto. Per fortuna lo ha fatto il presidente della Repubblica, che a differenza della Boldrini sa cosa significhi rappresentare un’istituzione e sa anche chi era Giorgio Almirante”.

Puntuale Maurizio Gasparri, vicepresidente del Senato, di Forza Italia: “Boldrini non ha portato il saluto al convegno su Almirante. Non ne era degna. Comunque ha sbagliato”.

@barbadilloit

Di Julio Cesar Uribe

3 risposte a Il caso. La Boldrini assente al convegno su Almirante. Gasparri: “Non era degna”

  1. È più infamante la presenza della Fondazione AN, la sigla più infame che io abbia dovuto subire come militante. A questa sigla preferisco i nemici di sempre

  2. e per fortuna la boldrini non parteciperà – avere la sua presenza era davvero troppo la nuora di sofri condannato per l’omicidio del commissario della polizia di stato Luigi Calabresi a presenziare ai cento anni del buon Giorgio sarebbe un offesa all’uomo alla sua storia ai suoi principi ai suoi ideali e io ai miei tempi ero un rautiano

  3. fai un po di confusione la nuora di sofri e’ la compagna bignardi….questo non toglie nulla alla compagna boldrini,figura orrida…..forse ricordo male,ma non credo,al discorso di investitura alla camera della compagna,ci furono applausi a sinistra come e’ ovvio,ma anche a destra,settore fdi,in particolare la coattella della garbatella.si disse per solidarieta’ femminile…..!!!!!!!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>