0

EuropaPossibile. Arriva il Programma “Europe for Citizens”: memoria e dialogo sociale

Pubblicato il 13 aprile 2014 da Francesco Fera
Categorie : Cronache Economia

basovizzaRafforzare il dialogo sociale e la memoria storica europea. E’ questa in sintesi la finalità principale del Programma “Europa per i Cittadini 2014/2020” che, con le dovute innovazioni, riprende l’esperienza della precedente programmazione.

Con un bilancio complessivo di 186 milioni di Euro in 7 anni Europe for Citizens offrirà la possibilità di usufruire di due diverse tipologie di azioni: Strand 1) Memoria Europea Attiva che ha tra le priorità la realizzazione di interventi per il Centesimo anniversario dall’inizio della Prima Guerra Mondiale; il Venticinquesimo anniversario dalla caduta del Muro di Berlino; il Decimo anniversario dall’allargamento dell’Unione Europea all’Europa centrale e dell’est. Strand 2) Impegno democratico e partecipazione civica che interviene in particolare sui temi legati alle elezioni del Parlamento europeo, che si volgeranno dal 22 al 25 maggio 2014; alla partecipazione dei cittadini alla vita democratica dell’Unione Europea; all’approfondimento del dibattito sul futuro dell’Europa.

Europe for Citizens è un programma a cui possono partecipare autorità locali o enti non a scopo di lucro giuridicamente costituiti (Associazioni, Fondazioni, Enti di ricerca, ONG, etc). Autorità locali in sinergia con associazioni culturali o fondazioni possono entrare in partnership per realizzare progetti (Strand 1) volti a sensibilizzare i cittadini dell’Unione Europea alla memoria, alla storia e ai valori comuni dell’Europa, nonché alle sue finalità, quali la promozione della pace, dei valori condivisi e del benessere dei suoi cittadini, stimolando il dibattito, la riflessione e lo sviluppo di reti.

Al contempo nell’ambito dello Strand 2 possono essere sviluppati interventi finalizzati ad incoraggiare la partecipazione democratica e civica dei cittadini a livello di Unione, permettendo agli stessi di comprendere meglio il processo di elaborazione politica dell’Unione e creando condizioni adeguate per favorire l’impegno sociale, il dialogo interculturale e il volontariato.

In riferimento allo Strand 2 si rimarca la strategicità dello stesso a favore del sistema delle autonomie locali. Questa misura, infatti, finanzia progetti di: Gemellaggi tra Città fino a 25mila €; Reti tra Città per interventi più complessi e di lunga durata su temi di comune interesse fino a 150mila €; Progetti della Società Civile per attività promosse da enti senza scopo di lucro finalizzate a promozione dell’impegno sociale, della solidarietà, del dialogo interculturale, raccolta di opinioni, volontariato.

Il programma si avvale di un’ottima Antenna informativa in Italia, l’Europe for Citizens Point Italy, istituito dal 2008 presso il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali che garantisce una continua assistenza tecnica a tutti i soggetti interessati a partecipare alle opportunità di finanziamento. Al momento è stata congelata la scadenza del 1 marzo 2014. La prossima scadenza del programma è prevista per settembre 2014 anche se con molta probabilità potrebbero esserci nuove informazioni a riguardo nelle prossime settimane. Il sito web di riferimento è www.europacittadini.it

@barbadilloit

@francofera

Di Francesco Fera

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>