0

Il caso. Arrestati 24 secessionisti veneti. Salvini (Lega): “Se lo Stato pensa di far paura, sbaglia”

Pubblicato il 2 aprile 2014 da Redazione
Categorie : Cronache

tankNel ’97 il tank era “scenografico”, dimostrativo. Adesso il trattore trasformato in mezzo blindato «poteva anche sparare», Volevano ripetere così l’assalto dimostrativo in piazza San Marco a Venezia, quello tentato dai “Serenissimi”. Per questo motivo ventiquattro secessionisti veneti sono stati arrestati dai Ros.

Si proponevano «l’indipendenza dallo Stato italiano con il ricorso a metodi violenti e all’insurrezione popolare» i componenti del gruppo “Alleanza”, sgominato dai reparti scelti. Lo ha spiegato il procuratore di Brescia, Tommaso Buonanno. Il gruppo era stato fondato nel maggio del 2012 e riuniva esponenti di Brescia patria e del Movimento separatista Veneto stato. Il programma si rifaceva, prevedendo però anche metodi violenti secondo gli inquirenti, al gruppo della Serenissima tant’è che tra gli indagati vi sono anche persone che parteciparono al blitz nel capoluogo veneto.

Tra gli indagati figurano, a quanto si è appreso, un leader del movimento dei Forconi, Lucio Chivegato, e un ex deputato Franco Rocchetta. L’accusa mossa dalla Procura di Brescia è quella di associazione con finalità di terrorismo,  eversione dello Stato democratico (270 bis c.p.) e fabbricazione e detenzione di armi da guerra. La competenza è radicata a Brescia in quanto nel bresciano si sarebbe costituito il gruppo e si sarebbero tenute le riunioni. Le indagini sono cominciate circa tre anni fa. Il “carro armato” (un trattore agricolo trasformato in una sorta di mezzo corazzato attrezzato con un cannoncino da 12 millimetri) che è stato posto sotto sequestro era perfettamente funzionante.

Operazione di polizia che, però, non convince il leader della Lega Nord: «Aiutano i clandestini, cancellando il reato di clandestinità, liberano migliaia di delinquenti con lo svuota-carceri, e arrestano chi vuole l’Indipendenza. Siamo alla follia. Se lo Stato pensa di fare paura a qualcuno, sbaglia». Così su Facebook il segretario federale della Lega Nord Matteo Salvini, ha commentato l’arresto di Franco Rocchetta, ex sottosegretario e fondatore della Liga Veneta.

@barbadilloit

Di Redazione

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>