4

Destre. L’apertura della Poli Bortone e del movimento An a Fratelli d’Italia

Pubblicato il 24 gennaio 2014 da Redazione
Categorie : Cronache

Alleanza nazionaleAdriana Poli Bortone, leader del movimento per Alleanza Nazionale, ha sepolto l’ascia di guerra e lanciato un messaggio di pace a Giorgia Meloni e a Fratelli d’Italia in vista di una ricomposizione delle anime della destra in un unico cartello elettorale per le elezioni europee. Ecco il documento dell’ex sindaco di Lecce.

“Il movimento per Alleanza nazionale non intende in alcun modo ostacolare il tentativo di ricreare una destra unita nel Paese; del resto, sarebbe contrastante con la propria vocazione inseguire divisioni, quando siamo nati proprio per l’obiettivo di restituire all’Italia il partito che hanno votato milioni di uomini e donne.

E in linea con queste nostre volontà intendiamo rispettare il percorso delle primarie convocate al loro interno da Fratelli d’Italia, auspicando che alla fine si saprà comprendere la necessità di costruire una forza politica di destra che abbia dimostrato nella propria esistenza – non contaminata da scandali giudiziari – di saper raccogliere vasti consensi popolari col suo simbolo. Proprio il simbolo di alleanza nazionale nella sua integrità può essere lo strumento comune che invitiamo caldamente ad apprezzare.

In quel caso, saremo noi a chiedere di poter servire un progetto in cui abbiamo chiesto di credere da mesi. Senza pretese egemoniche, ne’ voglie di leadership.

I nostri iscritti in tutta Italia continuano a raccogliere adesioni per i circoli del movimento per An che abbiamo deciso di rendere gratuite, e disponibilità alle sottoscrizioni per le elezioni europee: ma contemporaneamente auspichiamo che non sia necessario arrivare ad una contrapposizione e prevalga la ragionevolezza, senza ingerenze nostre nel percorso congressuale avviato.

Crediamo fortemente che ci sia ancora uno spazio politico grande per una destra seria in grado di superare anche gli sbarramenti proposti con le nuove, prossime norme elettorali”.

Adriana Poli Bortone, portavoce, ha sottoscritto questa apertura con i fondatori del movimento  Buonasorte, Buonfiglio, Menia, Nania, Romagnoli, Storace e Tofani.

@barbadilloit

Di Redazione

4 risposte a Destre. L’apertura della Poli Bortone e del movimento An a Fratelli d’Italia

  1. Mi fa immensamente piacere che Adriana Poli Bortone, unitamente agli altri sottoscrittori, abbiano convenuto di sotterrare l’ascia di guerra. Noi elettori di Destra vogliamo solo che la nostra famiglia politica torni ad essere unita e presente sullo scenario politico. A noi stanno a cuore le nostre idee ed il nostro progetto politico, non l’interesse personale del singolo, sia esso Storace o Meloni. Non a caso abbiamo sempre votato il partito; la preferenza l’abbiamo, in ogno caso, lasciata ai democristiani di turno.

  2. Il partito voi ‘ di destra ‘ l’ avete ucciso a Fiuggi
    …. E non capisco poi in termini di contenuti la differenza tra voi ‘ di destra ‘ e i democristiani di turno ….

  3. Ci abbiamo creduto (almeno in parte, vista la presenza egemonica di Berlusconi) ma a cosa e’ servito? Vedere il 2 giugno La russa, Fini, Alemanno insieme alla Festa della Repubblica, e’ stata una bella soddisfazione per i reduci del ghetto missino..ma poi? E’ qui che si misura ( purtroppo) l’incapacità e l’astoricita’ di una intera ( e folta) classe dirigente, così cieca nel suo fanatismo improvviso anti Fini da non capire che le conveniva “profittare” della non scalfita popolarità di Fini per far finta di appoggiare il leader maximo e poi essere in grado di condizionarlo seriamente ed impedirgli di fare ulteriori cazzate. E invece abbiamo avuto la casa di Montecarlo… E’ caduto quello che sembra a posteriori un grande bluff!

  4. Non vedo che cosa ci saremmo dovuti aspettare da una classe dirigente che ha chiuso un Partito vincente (MSI), ne ha dissolto un altro comunque in perdita (AN – ricordiamoci i voti già persi) e che ha permesso la vendita di casa nostra al cognato del capo!!! La Russa, l’innominato ed Alemanno sono la testiminianza della nostra sconfitta e non credo che potessero essere condizionati: non hanno mai fatto un congresso vero!!!.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>