0

Cinema. Quando Spock di Star Trek negli anni sessanta cantava le ballate degli Hobbit

Pubblicato il 5 dicembre 2013 da Francesco Filipazzi
Categorie : Cinema

spock

Bastano due orecchie a punta per sentirsi un elfo. Così deve aver pensato Leonard Nimoy  in arte Spock (ebbene si quello di Star Trek), quando ha registrato nel 1967 un goliardico video musicale intitolato The Ballad of Bilbo Baggins. Una canzoncina corredata da un balletto che nel mondo nerd americano all’epoca spopolò, perché univa la Terra di Mezzo all’Enterprise, un accostamento improbabile declinato in modo ancora più improbabile che magicamente funzionò.

 

In sé l’insieme è orribile, le danzatrici saltellano di qua e di la mimando dei conigli più che degli hobbit e la composizione musicale è dimenticabile. Questo lavoro, da molti considerato un esempio di stile anni’60 (e qui qualcuno potrebbe avere da ridire), rivela però quanto fosse popolare Tolkien già molti anni fa e ricollega ad alcune informazioni interessanti. Il protagonista, Nimoy, è un personaggio poliedrico, che si è cimentato oltre che nella carriera di attore, anche in quella di regista, sceneggiatore, musicista poeta e fotografo che, in un progetto poi non portato avanti, avrebbe dovuto interpretare Aragorn in una trasposizione cinematografica, vent’anni prima dell’avvento della trilogia di Peter Jackson. Il suo nome quindi è legato principalmente a Star Trek, ma questo video imbarazzante ci fa immaginare uno sbarco dell’equipaggio dell’Enterprise su una spiaggia della Terra di Mezzo, strappandoci un sorriso e facendoci volare con la fantasia.

@barbadilloit

 

Di Francesco Filipazzi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>