3

Destre. Il comitato centrale della Fiamma boccia la nuova An. Segretario in minoranza

Pubblicato il 26 novembre 2013 da Julio Cesar Uribe
Categorie : Cronache

fiammaLa strada per la riunificazione delle destre incontra una nuova battuta d’arresto. Il comitato centrale della Fiamma Tricolore ha bocciato la proposta del segretario nazionale, Luca Romagnoli di aderire alla neonata federazione del Movimento per Alleanza Nazionale. La votazione è finita con dieci contrari e sette favorevoli.

Il segretario Luca Romagnoli però non demorde e spiega così l’inatteso stop nella marcia verso la rifondazione di An: “La cosa non mi ha sorpreso, poiché il rischio che una certa enfasi su “riedizioni o  riesumazioni” (sulle quali peraltro avevo cercato di raccomandare, per quanto possibile, prudenza ai proponenti), potesse produrre effetti negativi, era, come dire, dietro la porta. Capitano tante cose in politica.  Ci sta.  Capita che i tempi della politica e soprattutto della propaganda, spesso non possano andare di pari passo con la consultazione degli organi di Partito (…).  Ritengo di avere un mandato congressuale a fare alleanze e non intendo indietreggiare. Intraprendano le azioni che credono.  Ritengo di continuare a perseguire il tentativo di inscrivere il MSFT, finché lo rappresento, in un sistema di alleanze che gli consenta di partecipare ai futuri appuntamenti elettorali di livello e interesse degno di un Partito che voglia essere nazionale. Ritengo di dover perseguire il tentativo di riunificare la destra italiana, tentando di orientarla il più possibile al sociale nel solco delle nostre radici. Ritengo che la Destra Sociale, che simbolicamente ha affiancato nelle elezioni europee del 2009, e alle recenti nel Lazio e a Roma e in altre occasioni la Fiamma del MSFT, debba tentare con rinnovate energie e nuove sinergie, andando oltre recinti e steccati, di proporre e propagandare soluzioni. Senza rinunciare a niente della sua identità e progettualità. Ri-organizziamoci, dunque, diamo spazio a chi voglia procedere su questa via, andando oltre schematismi e paletti mitologici incapacitanti, sinceramente sentiti o ipocritamente sventolati che siano. Noi, di volere andare oltre l’abbiamo più volte dimostrato”.

@barbadilloit

Di Julio Cesar Uribe

3 risposte a Destre. Il comitato centrale della Fiamma boccia la nuova An. Segretario in minoranza

  1. Ah ah ah, non c’è limite al peggio. Hanno approvato tutte gli orrori del geografo, ed ora che aveva una prospettiva si riscoprono eroi. Sarebbero giustificabili se avessero un progetto di unione con FN e CasaPound, ma sono solo dei tristi isolati che ancora rivendicano un ruolo per il loro movimentino.

  2. Sono felice per questa decisione, comunque sia maturata. Sciogliersi in An era sbagliato, innanzitutto da un punto di vista “simbolico”, ma anche politico-strategico: la svolta non arriverà certo da un cadavere riesumato, pieno zeppo di vecchi berluscones e catenacci della II Repubblica, magari incapaci di resistere alla tentazione di entrare in una coalizione di centro-destra “per non far vincere i comunisti”. Finendo così, in realtà, per fare il giochetto peggiore: quello di catalizzare i voti della destra sovranista e pensante per renderli inoffensivi in un cartello elettorale dove quelle opinioni finirebbero per contare meno di zero.
    Essere allo stremo e nell’angolo, dopo anni di gestione indecente, non è certo un buon motivo per fiondarsi con entusiasmo nella prima stupidaggine che viene imbastita.

  3. Condivido il commento di Leo, sarebbe stata la sconfessione più marcata della propria storia e ragion d’essere (vi ricordate il contrordine compagni! del Candido?). Ciò detto, sarebbe ora di progettare seriamente un’unione o almeno un patto d’azione con Forza Nuova e CasaPound, altrimenti tanto vale sciogliersi.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>