0

Il caso. Quando “Santa” Boldrini collaborava con “Cocco” il format con le “Spogliatelle”

Pubblicato il 2 ottobre 2013 da Francesco Filipazzi
Categorie : Cronache Televisionando

boldriniA volte il passato ti viene a cercare. Chi avrebbe mai immaginato che Laura Boldrini, presidente della Camera, in gioventù avesse potuto partecipare come collaboratrice ad un trasmissione con un corpo di ballo di ragazze discinte e furoreggianti?

La signora Boldrini finora si è contraddistinta nel corso del suo mandato per aver invitato quotidianamente a rispettare la dignità delle donne, a non mercificarne il corpo, fino a criticare la trasmissione di Miss Italia sulla Rai, che poi ha cancellato la manifestazione di Salsomaggiore dai palinsesti.

E’ chiaro che essendosi sovraesposta su questo tema, tutti pensassero che la presidentessa non avesse mai avuto a che fare con un certo genere di ambienti, ma Striscia la Notizia (che quest’anno ha eliminato le veline, stufa di essere criticata da persone con le stesse idee della Boldrini stessa) ha recuperato, nel  suo curriculum una collaborazione di tre mesi ad un programma, Cocco, dove il corpo di ballo femminile erano le “Spogliatelle”, delle ragazze molto belle, vestite di un semplice costume da bagno, che sgambettavano sul palcoscenico, in pieno stile Drive In.

Valerio Staffelli ha quindi consegnato un Tapiro d’Oro alla presidentessa, la quale però ha pensato bene di farlo allontanare dalla scorta, dopo aver cercato di schermirsi e di cercare di spiegare che collaborare a quel programma non le fosse piaciuto particolarmente. Peccato però che la Signora, come fanno notare da Striscia, abbia avuto ruoli di “scrittura dei testi” nei programmi con cui ha partecipato. Insomma, a fare troppo il puro, troverai sempre uno più puro che ti epura.

@barbadilloit

Di Francesco Filipazzi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>