0

InToTheWild. Riaperto il Caminito del Rey, tra i più emozionanti al mondo

Pubblicato il 9 aprile 2015 da Giuseppe Contarino
Categorie : Cultura
Un passaggio particolarmente pericoloso, prima dei lavori di messa in sicurezza del percorso.

Un passaggio particolarmente pericoloso, prima dei lavori di messa in sicurezza del percorso.

Se amate il brivido e non soffrite di vertigini, questa notizia vi farà piacere. Dopo un anno circa di importanti opere di ristrutturazione, riapre il Caminito del Rey, un sentiero sospeso considerato – e non a torto – uno dei più pericolosi al mondo.

Costruito per scopi industriali ai primissimi del ‘900 lungo le pareti del Desfiladero de los Gaitanes (Andalusia, Spagna), questa lunga passerella larga appena un metro e sospesa fino a 100m sul fiume sottostante, deve il suo nome a re Alfonso XIII che la attraversò nel 1923 in occasione dell’inaugurazione della vicina diga. Col passare dei decenni tutto il complesso venne progressivamente abbandonato divenendo, in tempi recenti, meta di appassionati escursionisti ed arrampicatori.

Il percorso, seppur artificiale, offre scorci e passaggi naturalistici mozzafiato lungo i suoi circa 7km di estensione. Non sono mancati, negli anni passati, incidenti anche mortali, stante il crollo di alcuni tratti di cammino ed il venir meno dei passamano di sicurezza. Per questo motivo e per non rinunciare comunque a quella che può essere una fruttuosa attrattiva turistica, tutto il complesso è stato sottoposto ad accurati interventi di manutenzione che sono terminati nel marzo 2015.

Per chi volesse visitarlo, questo è il sito ufficiale con tutte le informazioni e la storia del luogo: http://www.caminitodelrey.info/en/#1. Per i meno “coraggiosi”, proponiamo invece due video trovati sul web che mostrano el caminito prima e dopo gli interventi di ristrutturazione e messa in sicurezza.

@barbadilloit

@capitanorvs

Di Giuseppe Contarino

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>