7

Il caso. La Rauti e Storace vogliono rifare An. Prendendo le distanze da Salvini

Pubblicato il 28 marzo 2015 da Antonio Fiore
Categorie : Politica

rautiI colonnelli ex An hanno deciso di riprovarci. Vogliono riunire la destra. A Roma dieci sigle dell’arcipelago postmissino si sono riunite in conclave per cercare un minimo comune denominatore. E lo hanno trovato nella distinzione da Matteo Salvini, che elettoralmente ha già ereditato i voti e i consensi e tanti quadri dirigenti destrorsi.

Alemanno, la Rauti, Urso, Storace e Nania hanno criticato Salvini e “il suo populismo che colma un vuoto che abbiamo lasciato”, mentre Gennaro Malgieri con un  sentitissimo intervento ha sottolineato la necessità di avere un partito nel quale riconoscersi con coerenza e tradizioni.

Da qui nascerà la destra per la terza Repubblica? La domanda alcuni di questi esponenti la potrebbero formulare in famiglia e magari scoprirebbero che i propri figli sono (da tempo) militanti di Casapound o sostenitori della Lega nazionale di Salvini…

La destra come Itaca

Il progetto delineato da Isabella Rauti: “Per molti sarà un ritorno a Itaca – spiega – per altri rappresenta la volontà di costruire una casa comune”. Storace: “La nostalgia non è un insulto”. Qualcuno chiede autocritica, altri identità, infine c’è un documento per “una destra di governo, come ai tempi di Alleanza Nazionale” e “una destra forte nella sua identità e nei suoi valori, come ai tempi del Movimento Sociale”.

Finora la somma di tante fiammelle non ha fatto una “fiamma” degna di questo nome. In questo caso tanti hanno condiviso l’opportunità di sostenere Fratelli d’Italia, ma questo avvicinamento potrebbe avere come effetto, per l’eterogenesi dei fini, lo scalfire e invecchiare l’immagine e la leadership di Giorgia Meloni, che con fatica sta cercando di dare un orizzonte alla Generazione Atreju.

Il nodo Fondazione An

Risorse e sedi per la buona battaglia: le possiede la Fondazione An. Ma chi fa parte del cda non ha (ancora) le idee chiare. E dopo il millesimo convegno su Giorgio Almirante, patriota e politico di grande valore, non è mai troppo tardi ricordare che bisogna avere “nostalgia dell’avvenire”…

@barbadilloit

Di Antonio Fiore

7 risposte a Il caso. La Rauti e Storace vogliono rifare An. Prendendo le distanze da Salvini

  1. L’ erba cattiva che non vuole morire …

  2. Più che “colonnelli” , mi sovviene la definizione del sergente Hartman “materiale anfibio di natura ecc.” (cfr. Full Metal Jacket”)
    La traduzione di “destra di governo come i tempi di an”, invece, suona ” dateci un posto di vice praticante sottosegretario e , possibilmente, un giretto con Ruby”.

  3. Ecco bravi, stessero tutti insieme in un bel recinto cosi’ non faranno piu’ danni.

    Buon viaggio .

  4. Ma ancora parlano……. Basta!!!

  5. La Piovra Finanziaria chiama a rapporto tutti i suoi servi di “destra” …. Salvini e Casapound sono PERICOLOSI e vanno FERMATI!
    Vergognatevi …. e pensare che in passato vi abbiamo pure votato ….

  6. gennaro Malgieri ha stufato di fare il “filosofo”…
    andate a vedere come ha votato quando si è trattato di decidere se rimandare (o meno) i marò in india:
    http://parlamento16.openpolis.it/votazione/camera/trasferimento-dei-mar%C3%B2-italiani-condannati-in-india-per-luccisione-di-due-pescatori-ddl-5521-a-voto-finale/40031

  7. i responsabili dell’affossamento della destra: della serie provaci ancora Sam!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>