2

Cultura. Giovanni Lindo Ferretti e le radici al tempo dello sradicamento

Pubblicato il 12 marzo 2015 da Giovanni Lindo Ferretti
Categorie : Cultura

albero radiciL’importanza delle radici al tempo dello sradicamento in un corsiìvo a firma del cantante Giovanni Lindo Ferretti

Le alpi a nord, a sud il mare, nella loro concretezza geografica; la giornata è serena, tesa di gelida tramontana e lo sguardo s’allarga senza compiacimento. Tanta bellezza oggi non basta a sé; una incrinatura tinta d’angoscia ne offusca la funzione estetica. Penso pensieri inquieti, si presentano agli occhi ovunque posi lo sguardo: ad ogni punto cardinale corrisponde uno scenario ben poco rassicurante nutrito di notizie, immagini, discorsi e tutto è più o meno vicino, mai così lontano da poter essere considerato estraneo. Cerco di farmene ragione ed il mio sguardo si scompone in infinità di altri sguardi; da questo luogo in ogni tempo, in una scansione che ripercorre la storia in queste montagne.

Qualcosa di palpabile, come una carezza, un leggero pungolo, una spintarella ed il pensiero corre a mia nonna: la sua mano, piccola e consunta, bastava a schermarmi il mondo, a fare della mia vita di bimbo l’avventura più bella sulla terra. Non essere sradicato dalla mia storia, questa è la mia dote, la forza dei miei giorni.

Essere sradicati per poter sradicare: lo richiede l’economia e l’impone la politica; la finanza, salda al comando, ara, semina e raccoglie in tabula rasa e delle radici fa cimeli d’antiquariato. (da Avvenire)

@barbadilloit

Di Giovanni Lindo Ferretti

2 risposte a Cultura. Giovanni Lindo Ferretti e le radici al tempo dello sradicamento

  1. è l analisi di chi riesce a guardare lontano,quei poki maestri illuminati

  2. uno dei pochi ancora in grado di scuotere dentro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>