14

Destre. La fatwa di Fini: “Delusione Meloni, è la mascotte di Salvini”

Pubblicato il 24 febbraio 2015 da Alcides Ghiggia
Categorie : Politica

gianfranco fini biondoDelicato come un elefante in una cristalleria, ma si sa che anche quando ormai non hai più nulla da perdere puoi sempre toglierti ancora qualche sfizio. Gianfranco Fini, dalle colonne di Repubblica, stronca la coppia Salvini-Meloni e riserva proprio all’ex ministro della Gioventù una critica spietata: “Ridotta a far da mascotte”.

L’intervento a gamba tesa dell’ex delfino di Almirante, però, travolge l’intero assetto attuale del centrodestra, diviso com’è al suo interno su programmi e guide. Per Fini un’alternativa a Renzi non c’è e l’attuale presidente del consiglio “può dormire tra due guanciali”.

Uno dei punti cardine dell’intervista rilasciata al giornale di Scalfari e Mauro, che nell’immediato potrebbe avere qualche ripercussione, è quello che riguarda le prospettive delle forze di ispirazione nazionale e moderata. “Vedo il deserto dei tartari. La destra come la intendo io, maggioritaria, di governo, anche quando è all’opposizione, purtroppo non esiste“. Prima ancora aveva lanciato una stoccata sanguinosa a Giorgia Meloni: “Dobbiamo metterci d’accordo su che cosa s’intenda per una politica di destra. Attualmente in Italia ci sono due forze politiche che si definiscono di destra: c’è la Lega, con l’aggiunta della costola Giorgia Meloni, sempre più mascotte di Salvini. La definirei una destra minoritaria per vocazione che si nutre di due spettri, di due paure: l’immigrazione e l’Unione europea. E poi c’è Forza Italia, il grande club Forza Silvio, piegato agli interessi e agli umori quotidiani di Berlusconi”. La chiosa non può che esser questa: “La Meloni è una gran delusione”.

Le dichiarazioni di Fini, che ha pure “scomunicato” le grandi manovre avviate nell’ex area sociale e protagonista confluite in Fdi, hanno già sollevato un vespaio di reazione piccatissime. Salvini ha lanciato un appello al “suo” web contro l’ex presidente della Camera mentre Isabella Rauti e Maurizio Gasparri hanno già risposto a Fini. La prima tacciandolo di “ingenerosità”, il secondo l’ha invece invitato a fare i conti: “Non può candidarsi, non ha i voti”. 

@barbadilloit

Di Alcides Ghiggia

14 risposte a Destre. La fatwa di Fini: “Delusione Meloni, è la mascotte di Salvini”

  1. poraccio…. solo una infinta pena ma anche un grande sollievo sapere che non puo’ fare piu’ danni…. apettiamo lo stesso epilogo per i suoi sodali ex o meno…. che si chiamino meloni, la russa, tatarella, gasparri etc etc…..fiduciosi molto fiduciosi che avvenga al piu presto.

  2. Certo che il msi dn ha allevato solo stupide mascotte, alemanno mascotte di Rauti, fini mascotte di donna assunta , meloni mascotte dei colleoppini, bocchino madcotte dit tatarella ….. Generazioni di mascotte che si rigenerano che si cooptano, che si riproducono …..
    Come puo’ essere interotta questa infezione ?

  3. La destra libertaria di Fini, dell’ex “direttora” del Secolo, di Gaylib (associazione diretta da un altro ex missino). mi è repellente. I libertari sono degli ideologizzati modernisti. E non sono nemmeno dei veri libertari ad essere sinceri considerato che appoggiano le direttive dell’UE e di altri organi sovranazionale. A questo punto tra voi e SEL non c’è alcuna discrasia. Oggi peraltro scopro che il vostro Almirante era pure favorevole al divorzio. La destra libertaria di Fini, dell’ex “direttora” del Secolo, di Gaylib (associazione diretta da un altro ex missino). mi è repellente. I libertari sono degli ideologizzati modernisti. E non sono nemmeno dei veri libertari ad essere sinceri considerato che appoggiano le direttive dell’UE e di altri organi sovranazionale. A questo punto tra voi e SEL non c’è alcuna discrasia. Oggi peraltro scopro che il vostro Almirante era pure favorevole al divorzio.

    Certo Fratelli d’Italia avrebbe bisogno di un leader più carismatico, del tipo Terzi di Sant’Agata, ma in fondo Giorgia Meloni (sempre preparata) è certamente preferibile al signor Fini, che peraltro dovrebbe evitare di definirsi di Destra.

  4. Terzi di Sant’ agata, Meloni, Fini, Alemanno, Gasparri, Matteoli, Larussa, ecc ecc ecc , il festival delle mascotte, ieri di Berluscone , oggi del ….nulla

  5. Se la Meloni è la mascotte di Salvini, Fini sarà storicamente ricordato come colui che, avendo provocato ,di fatto, la caduta di Berlusconi (che resse qualche altro mese con una maggioranza risicatissima) ha rivitalizzato la Sinistra, ai tempi moribonda. Enrico Letta ,Renzi e il PD tutto, lo ringraziano ancora….

  6. Quindi, ragionando come il Sig.Wolf, pur di non rivitalizzare la sinistra uno deve tenersi la Santanchè, la Revetto, Gasparri, Ruby , Berlusconi stesso e via elencando? E’ vero che per far dispetto al calzolaio esoso uno può tagliarsi i piedi, ma c’è un limite a tutto…..

  7. Roberto, i governi di Berlusconi non erano granché, anche negli uomini che li componevano.
    Ma, vedendo in azione i governi Letta e Renzi, erano di certo il male minore. E da un po’ di tempo(prima di slegarsi definitivamente da Berlusconi) il signor Fini rilasciava dichiarazioni che occhieggiavano a sinistra(ius soli, diritti gay, etc), presentate dallo stesso Fini come posizioni “da destra moderna ed europea”.
    I vari Gasparri,Santanchè, Ravetto, Biancofiore, etc, non risultano graditi neanche a me,ma allora cosa si fa, si va a votare il PD e Renzi?No grazie…almeno per quanto mi riguarda.

  8. Qualche considerazione Sig.Wolf :
    a) è sicuro del “male minore” ? Berlusconi(e Tremonti)parlavano di “conti in ordine” mentendo al Paese. Esiste azione peggiore ?
    b) Personalmente preferisco dichiarazioni che occhieggiano a sinistra a leggi predisposte ad arte per proprio tornaconto : le prime sono parole, le seconde sono concrete.
    c) personalmente non voto da quando hanno ucciso il MSI

  9. Quando l’MSI divenne An, era segretario proprio Fini…
    Sicuri che le dichiarazioni di un presidente della camera (tale era allora Fini) rimangano solo parole? Il dato di fatto è che da allora il tema dello ius soli è diventato centrale, ed è nel programma del governo Renzi.
    Berlusconi si è fatto leggi ad persona, è vero, nessuno qui è ingenuo, ma leggi per il proprio(o del proprio partito, o dei propri referenti politici) tornaconto le fanno tutti purtroppo, è un malcostume italiano, dal quale neanche la sinistra sfugge.
    L’istituzione di “Mare Nostrum”, ad esempio,ha avvantaggiato le varie Ong umanitarie che senza flussi massicci non avrebbero ragione di esistere(ora non vi è più Mare Nostrum, ma la situazione attuale è figlia anche di quella operazione), e vogliamo parlare dell’operazione fatta sulle banche popolari?
    Poi sul giudizio impietoso verso Berlusconi e company,naturalmente concordo, ma la soluzione rimane quella prospettata decenni addietro da Montanelli che votava la Dc turandosi il naso, pur di non avvantaggiare i comunisti, che rappresentavano il pericolo maggiore.

  10. Dissento dalla sua conclusione : Montanelli , con tale teoria, ha fatto più danni lui al MSI che tutti gli altri. Forse (ignoro la sua età) ricorderà nel 1976 la massa di voti convogliata verso tal Massimo De Carolis : è servita a qualcosa o solo a drenare voti al MSI ? Personalmente , pur di non turarmi il naso, preferisco lasciar perdere.

  11. Fini chi? lasciamolo sguazzare nel suo fango e ripetiamo col padre Dante:
    « Fama di loro il mondo esser non lassa;
    misericordia e giustizia li sdegna:
    non ragioniam di lor, ma guarda e passa. »

  12. la mia impressione è che la meloni stia piano piano crescendo politicamente. (su fini stendiamo un velo pietoso)

  13. wolf i comunisti come i fasciomissini non ci sono pià quakche amico dei ligresti tenta di raccogliere i voti dei poveri fessi che gli hanno consentito di accomodarsi al potere e dimenticarsi di tutto e tutti ed oggi mi TURO IL NASO mom siamo nel 76, non abbiamo 17 anni non speriamo più nell’UOMO IDEALE, per fortuna che il giantulliano da montecarlo tolse il nome del Msi dallo schifo che è venuto dopo IO NON MI TURO IL NASO è come dice delfini tanto vale votare sel landini casa pound forza nuova m5s

  14. Ah beh, se lo dice un fenomeno di strategia come lui… tra 10 anni minimo la Meloni diventa Primo Ministro.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>