0

Cultura. Mastrantonio e “Intellettuali del piffero”: quando il catalogo non basta

Pubblicato il 19 dicembre 2013 da Marco Ciriello
Categorie : Cultura

intellettuali del piffero(Con l’intervento dello scrittore Marco Ciriello Barbadillo apre un dibattito sul saggio di Luca Mastrantonio, giornalista del Corriere della Sera, dedicato al conformismo degli intellettuali italiani: si tratta di un lavoro articolato e complesso che smaschera tic e manie della classe dominante intellettuale. mdf)

Se l’intento di Luca Mastrantonio con il suo “Intellettuali del piffero” (Marsilio) era davvero di rompere l’incantesimo dei professionisti dell’impegno – come recita il sottotitolo – allora bisognava usare un linguaggio di rottura e dare giudizi molto più netti oltre a nontrascurare alcuni “intellettuali del piffero” come Michele Serra, Claudio Magris, Massimo Gramellini e molti giallisti, direttori di giornali come molte scrittrici che esercitano la vita privata in luoghi letterari, confondendoli. Invece, gli è riuscito di stilare una mappa davvero utile, con tutti i fenomeni culturali (o quasi) degli ultimi anni e soprattutto gli eventi politici di massa che finiscono inevitabilmente per condizionare la cultura. Se uno vuole sapere chi sono i tromboni lo scopre facile, se uno vuole anche capire come sono nati – in molti casi – riesce a saperlo, se uno vuole capire qual è il loro tic letterario non lo trova, siamo in una sorta di sociologia della cultura italiana – che non è male e non è facile – visto il panorama, però, non basta, serve una critica forte non solo un elenco. 

@barbadilloit

Di Marco Ciriello

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>