0

RadioUno. L’Argonauta in viaggio tra Bruno Amoroso “Un piccolo Dio” e oblò.it

Pubblicato il 1 dicembre 2013 da
Categorie : Cultura

argonautaNella puntata numero 450 de L’Argonauta su RadioUno la storia farà da padrona… la storia del mondo… la storia dell’economia… la storia della ricerca scientifica… in chiusura… la storia dell’informazione…

Ecco il sommario della puntata di stasera (ore 23.42).

1 – Libri e noir di Massimo Giraldi: “Un piccolo Dio, una storia proibita” di Michele Lauria è un romanzo con molti lati oscuri sulla storia del mondo, dall’inizio di una nuova Genesi…alla terribile minaccia di un’Apocalisse.

2 – Libri e Europa di Tiziana Di Simone: Chi sono i responsabili del disastro economico europeo? La globalizzazione finanziaria si è consolidata negli ultimi dieci anni. L’economista Bruno Amoroso, ci fa un quadro dettagliato della situazione, nel suo pamphlet  “Figli di troika. Gli artefici della crisi economica”.

3 – Riflessioni sulla scienza di Alfonso Piscitelli: Da molti anni l’HIV (virus dell’immunodeficienza umana) ha condizionato la vita di molte persone, prendendo consapevolezza alla prevenzione. Nuove ricerche hanno provato che, questo virus rimanipolandolo, è risultato utile. 

4 – Riflessioni e annotazioni di Roberta Di Casimirro: Oblò.it è il primo quotidiano che viaggia sul web, ha da poco compiuto 15 anni, ci insegna ha capire come possono cambiare i mezzi  dell’informazione.

* Ideato da Gianfranco de Turris, condotto da Paolo Corsini, organizzazione di Gianna Clemente. Regia di Roberta Di Casimirro

Il nome Argonauta evoca l’idea di viaggio. Un bordeggiare lungo coste poco note, o l’avventurarsi tra flutti ignoti, per cercare non il Vello d’Oro, come fece Giasone con la sua nave Argo e raccontò Apollonio Rodio nell’omonimo poema, ma qualche buon libro di oggi, e anche, forse soprattutto, di ieri, travolto e dimenticato dai marosi dell’attualità, e tentare di evitare gli scogli delle patacche illeggibili.

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>