0

La mostra. “La stoffa del Presidente”: il made in Italy sulle spalle dei capi dello Stato

Pubblicato il 2 dicembre 2013 da Luca Cirimbilla
Categorie : Cronache Cultura

stoffaUn viaggio nella storia della nostra Repubblica attraverso l’alta sartoria italiana. L’iniziativa “La stoffa del Presidente”, che si svolge fino al 2 febbraio prossimo, presso il Casino Nobile di Villa Torlonia a Roma, è finalmente un’ottima occasione per dare la giusta visibilità a una delle eccellenze del “creato in Italia”.

All’interno della cornice suggestiva di Villa Torlonia, si possono ammirare le creazioni sartoriali che rappresentano i diversi stili dei Presidenti della Repubblica Italiana succedutisi in questi 60 anni. Gli abiti, fedelmente riprodotti in base alle ricostruzioni fotografiche, alle notizie e a materiale inedito fornito dall’Archivio di Stato, in quest’occasione, rappresentano le tappe di un percorso storico e stilistico che testimonia l’evoluzione dello stile dei vari Capi di Stato e delle epoche che hanno vissuto.  A confezionarli sono stati dieci tra i più noti sarti italiani, assieme a un gruppo di soci e di allievi della Cedas, la Camera Europea dell’Alta Sartoria, in un’iniziativa che ha avuto l’adesione del Presidente della Repubblica, promossa dall’Assessorato alla Cultura di Roma Capitale.

Dal frac, molto rigido e formale, abbinato al bastone e alla scarpa lucida, del primo Presidente, Enrico De Nicola, ai pantaloni a vita alta, tratto stilistico in quegli anni, di Luigi Einaudi; dall’abito a tre bottoni classico, di Giovanni Leone, all’abito a quadri, più disinvolto, di Giovanni Gronchi. Le riproduzioni vengono accompagnate da scatti fotografici e notizie che inquadrano la società in cui ogni Presidente ha vissuto.

Fondata negli anni ’90, la Camera Europea dell’Alta Sartoria, nasce dall’unione di storici sarti italiani, il cui Presidente è il Maestro Luigi Gallo, ideatore della mostra, che per l’occasione ha realizzato l’abito del Presidente della Repubblica Antonio Segni. Obiettivo della Camera Europea è, appunto, proprio la formazione di nuovi artigiani della sartoria e la promozione della tradizione italiana. L’iniziativa, dunque, non solo riproduce un percorso storico, ma  rappresenta una vera e propria vetrina che mette in mostra il valore della formazione professionale, fondamentale per la crescita di tanti giovani sarti. I vestiti, inoltre, vengono accompagnati da vari accessori, come la cinta, i gemelli o le scarpe, che arricchiscono un linguaggio culturale di cui i maestri italiani rappresentano i principali interpreti in tutto il mondo.

* LA STOFFA DEL PRESIDENTE
Casino Nobile – Musei di Villa Torlonia, via Nomentana 70, Roma
Fino al 2 febbraio 2014

Di Luca Cirimbilla

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>