0

Calcio. Roma-Lazio all’Olimpico e derby Rezaglia-Mellone nel Barbadillo stadium

Pubblicato il 22 settembre 2013 da Miro Renzaglia e Angelo Mellone
Categorie : Sport/identità/passioni

roma-lazio-quarta-giornata-serie-aA poche ore dal derby tra Roma e Lazio all’Olimpico, nel Barbadillo Stadium si sono affrontati due amici del nostro magazine nonché tifosi dei due club capitolini. Ecco i loro interventi.

Fronte Roma. Miro Renzaglia: “Derby? Nessun derby” 

Basta con questa storia del derby romano. Usciamo una volta per tutte dall’equivoco: a Roma non c’è mai stato e mai ci sarà il derby. Non può esserci. C’è una partita di calcio tra una squadra che porta nei colori e nel nome la storia e la tradizione dell’Urbe Eterna e altra squadra, accidentalmente ubicata sotto il medesimo cupolone che, pur potendolo scegliere per primogenitura anagrafica, tutto questo ha rifiutato. Quale derby volete che ci sia fra luce e fango?

In tempi meno democratici, il duello fra persone di rango diverso era severamente vietato non potendo, il nobile, abbassarsi al livello del rivale. Vogliamo essere moderni e democratici? E sia, accettiamo la sfida: del resto, non sempre è possibile scegliersi un avversario degno della propria natura. Qualche volta, il destino ci oppone l’infimo e può essere pure che l’infimo, alla talora, riesca a prevalere. Ma questo che cambia? Vincere o perdere sono modalità transitorie: l’importante è combattere bene.

Ecco, combattere bene, cioè con lealtà e onestà, ai Semo Nasciuti Prime – fra partite vendute, scommesse a perdere sulla loro squadra, bancarotte fraudolente dei loro presidenti, retrocessioni e penalizzazioni varie – non è che sia mai riuscito tanto bene. Anzi gli è spesso riuscito così male che, quasi quasi, bisognerebbe ringraziarli di essersi scelti altro nome lasciando che quello di Roma fosse indossato con maggiore senso di civiltà.

Oggi, si gioca. A chi ci rinfaccerà un 26 di maggio che pure ha fatto male, ricorderemo semplicemente: Io me chiamo A.S. Roma, tu come t’antitoli?

————————————————————————————————

Fronte Lazio. Angelo Mellone (via sms): “Da una parte la Storia, dall’altra la cronaca”

Da una parte la Storia, dall’altra la cronaca. Da una parte lo spirito dei Quiriti, dall’altro le plebi. Da una parte i legionari, dall’altra i gladiatori. Da una parte il Campidoglio, dall’altra il Colosseo. Da una parte il 1900, dall’altra (forse) il 1927.

Da una parte la prima squadra della Capitale, dall’altra la nona squadra di Boston. Da una parte la più grade polisportiva del mondo, dall’altra chi ha copiato dagli abusivi delle bancarelle. Da una parte la distinzione, dall’altra la massa. Oggi, sul nido delle aquile si studia come fermare i barbari alle porte della Capitale.

Di Miro Renzaglia e Angelo Mellone

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>