0

Il caso. Vercingetorige è il vincitore delle primarie per il Pantheon della Lega Nord

Pubblicato il 26 settembre 2013 da Francesco Filipazzi
Categorie : Cronache

fototripartita“Un popolo ha bisogno di eroi in cui riconoscersi”, probabilmente è questo il pensiero che ha spinto i giornalisti de La Padania a lanciare un sondaggio fra i lettori, per eleggere il leghista più leghista di sempre e fare si che le camicie verdi possano avere anche loro un mito fondante.

Durante le consultazioni, iniziate ad agosto, i personaggi analizzati e dati in pasto all’elettorato sono stati molti e alcuni inaspettati. Vicino a personalità come Carlo Cattaneo e Cavallo Pazzo, hanno trovato posto Obelix e Batman, Nietzsche se l’è giocata contro Leonida, Valentina (quella di Crepax) contro Nonna Papera. Avvistati anche William Wallace, Bobby Sands, Gianni Brera, L’incredibile Hulk e molti altri.

Un confronto che ha animato le pagine culturali del giornale ufficiale della Lega Nord, con migliaia di votanti e un confronto serratissimo. Iniziativa  intelligente e frizzante, quindi,  in cui ha vinto il barbaro Vercingetorice, al grido di “Gallia Unita”, che ha visto al secondo posto Artemio, il ragazzo di campagna di Renato Pozzetto, simbolo della campagna padana e della civiltà contadina che ormai sono scomparse sotto il cemento. In realtà, i leghisti non sono nuovi a questo genere di iniziative e devono parte del loro successo passato proprio al folklore e alla goliardia, alle iniziative colorate, ai congressi pieni di vichinghi con le corna di plastica, che non hanno avuto molto valore pratico ma hanno costruito un mondo, fatto di identità e appartenenza. Un mondo che, quindi, dopo l’estate appena trascorsa ha un Pantheon ben definito dominato dall’unificatore della Gallia!

@barbadilloit

Di Francesco Filipazzi

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>