0

Napoli. De Magistris sbianchetta le strade, revocata l’intitolazione al “fascista” Tecchio

Pubblicato il 26 Gennaio 2018 da Daniel Fonseca
Categorie : Politica Tarantelle

de magistrisL’annuncio è arrivato con un post di Facebook. Il sindaco di Napoli ha deciso di intervenire sulla toponomastica “sbianchettando” i nomi delle strade e delle piazze della città. E nel calderone finisce anche Vincenzo Tecchio a cui era dedicata la piazza sulla quale si affaccia lo stadio San Paolo di Napoli.

Lo ha annunciato su Facebook Luigi De Magistris con un post apparso in mattinata: “Piazzale Vincenzo Tecchio, l’ex segretario provinciale del partito nazionale fascista, si chiamerà Piazza Ascarelli. Il mio annuncio nel giorno in cui ricordiamo Luciana Pacifici una delle più piccole vittime della ferocia nazista, morta ad Auschwitz. Anche via Vittorio Emanuele III, che promulgò le leggi razziali, cambierà nome in Via Salvatore Morelli. Per non dimenticare, mai!”. 

L’iniziativa, che ha accolto il plauso anche di parte del Movimento Cinque Stelle, ha fatto esplodere il dibattito anche perché la figura di Tecchio, avvocato e deputato prima e consigliere nazionale del Regno d’Italia per la Corporazione dell’orto-flori-frutticoltura, è legata a importanti opere in città, tra cui la Mostra d’Oltremare. E, contestualmente, ha fatto esplodere la polemica a destra.

Non si tratta del primo provvedimento del genere a Napoli. Tempo fa fece discutere la rimozione del busto del “massacratore” Enrico Cialdini dal palazzo della Camera di Commercio, decisione votata a maggioranza dal consiglio comunale cittadino.

@barbadilloit

Di Daniel Fonseca

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *