0

Da Trump a Berlusconi, da Saviano a Bello Figo: il pagellone del 2016

Pubblicato il 9 gennaio 2017 da Redazione
  • E pure questo Natale, citando l’ottimo e indimenticabile Riccardo Garrone, ce lo siamo tolti davanti. L’anno s’è chiuso tra i soliti peana, le solite speranze, i soliti buoni propositi per l’anno venturo. Intanto che aspettiamo che il 2017 si scongeli e ci mostri il suo volto, facciamo una pagella di quello passato. Da Hillary Clinton a Nigel Farage, da Roberto Saviano a Bello Figo, ecco i voti del 2016. (a cura di Alemao).

    E pure questo Natale, citando l’ottimo e indimenticabile Riccardo Garrone, ce lo siamo tolti davanti. L’anno s’è chiuso tra i soliti peana, le solite speranze, i soliti buoni propositi per l’anno venturo. Intanto che aspettiamo che il 2017 si scongeli e ci mostri il suo volto, facciamo una pagella di quello passato. Da Hillary Clinton a Nigel Farage, da Roberto Saviano a Bello Figo, ecco i voti del 2016. (a cura di Alemao).

  • DONALD TRUMP 8. Un cazzaro arancione diventa l’idolo assoluto del mondo intero (soprattutto di chi scrive). Merito, unico, solo e bastevole, quello di aver ricacciato in gola alle forze del Male l’urlo della vittoria. E basta, per il resto gasiamoci finché possiamo perché prima o poi la luna di miele finirà. SUPERSAYAN.

    DONALD TRUMP 8. Un cazzaro arancione diventa l’idolo assoluto del mondo intero (soprattutto di chi scrive). Merito, unico, solo e bastevole, quello di aver ricacciato in gola alle forze del Male l’urlo della vittoria. E basta, per il resto gasiamoci finché possiamo perché prima o poi la luna di miele finirà. SUPERSAYAN.

  • MATTEO RENZI 5. Ossessionato dal voto, dall’investitura che non ha perché - in fondo in fondo - si rende conto pure lui di essere stato nominato (e non eletto) premier. Vince (indirettamente) alle Europee e trova legittimazione. Perde (senz’appello) al Referendum e la perde. Ora fa la spesa con la signora Agnese in attesa di riscuotere la lealtà dei suoi (ahahahah). INGENUOTTO.

    MATTEO RENZI 5. Ossessionato dal voto, dall’investitura che non ha perché - in fondo in fondo - si rende conto pure lui di essere stato nominato (e non eletto) premier. Vince (indirettamente) alle Europee e trova legittimazione. Perde (senz’appello) al Referendum e la perde. Ora fa la spesa con la signora Agnese in attesa di riscuotere la lealtà dei suoi (ahahahah). INGENUOTTO.

  • ANGELA MERKEL 4. Il potere logora chi non ce l’ha, diceva Andreotti che tanto amava la Germania da volerne due (ah, gli avessimo prestato ascolto). Ma logora pure chi apre le porte a orde di clandestini non meglio identificati. Attende il voto con l’ansia del condannato al patibolo dalla maledizione di Assad. FINAL DESTINATION.

    ANGELA MERKEL 4. Il potere logora chi non ce l’ha, diceva Andreotti che tanto amava la Germania da volerne due (ah, gli avessimo prestato ascolto). Ma logora pure chi apre le porte a orde di clandestini non meglio identificati. Attende il voto con l’ansia del condannato al patibolo dalla maledizione di Assad. FINAL DESTINATION.

  • MASSIMO D’ALEMA 6,5. “Io non volevo solo partecipare ai referendum, volevo avere il potere di farli fallire”. Il Pd brucia e la minoranza suona la lira del No. Immortale. JEP GAMBARDELLA.

    MASSIMO D’ALEMA 6,5. “Io non volevo solo partecipare ai referendum, volevo avere il potere di farli fallire”. Il Pd brucia e la minoranza suona la lira del No. Immortale. JEP GAMBARDELLA.

  • BEPPE GRILLO 5. Vince a Roma e si ritrova con Minni Raggi che non fa manco la O col bicchiere per paura di sbagliare. E comunque sbaglia uguale. Va in vacanza a Malindi, in Kenya e pontifica che la soluzione è la povertà (degli altri). Rompe con l’Ukip al Parlamento Europeo e si fidanza con Guy Van-der-quarche-cosa, il più figo degli ultras dell’Euro. TRANSFORMER.

    BEPPE GRILLO 5. Vince a Roma e si ritrova con Minni Raggi che non fa manco la O col bicchiere per paura di sbagliare. E comunque sbaglia uguale. Va in vacanza a Malindi, in Kenya e pontifica che la soluzione è la povertà (degli altri). Rompe con l’Ukip al Parlamento Europeo e si fidanza con Guy Van-der-quarche-cosa, il più figo degli ultras dell’Euro. TRANSFORMER.

  • MARIA ELENA BOSCHI 4,5. Figlia della provincia, figlia di papà, figlia del renzismo, figlia della politica bella che non si attacca alla poltrona, che non si mette a fare la pazza per uno straccio di incarico di sottogoverno. Oppure no? VINAVIL.

    MARIA ELENA BOSCHI 4,5. Figlia della provincia, figlia di papà, figlia del renzismo, figlia della politica bella che non si attacca alla poltrona, che non si mette a fare la pazza per uno straccio di incarico di sottogoverno. Oppure no? VINAVIL.

  • SILVIO BERLUSCONI 7. Bello come il sole, vince sempre lui. O meglio, dà l’impressione di essere l’unico vero vincente della politica italiana. Pure se tipo Darth Vader rinnega suo figlio Matteo Skywalker, pure se zoppica intorno al 10%, pure se Forza Italia esprime – sarcasticamente? atto di ribellione situazionista? – Scilipoti alla Nato. SOL INVICTUS.

    SILVIO BERLUSCONI 7. Bello come il sole, vince sempre lui. O meglio, dà l’impressione di essere l’unico vero vincente della politica italiana. Pure se tipo Darth Vader rinnega suo figlio Matteo Skywalker, pure se zoppica intorno al 10%, pure se Forza Italia esprime – sarcasticamente? atto di ribellione situazionista? – Scilipoti alla Nato. SOL INVICTUS.

  • HILLARY CLINTON 2. Paladina del Bene, gladiatrice delle Armate Oscure, l’aristocratica femminista che giammai rinunciò al cognome del marito fedifrago, fu ferocemente divorata dal drago populista Trump. Piansero per lei ottimati di ogni arcobaleno, noi buontemponi al suo funerale (politico) ci facemmo risate grassissime. Tentò di risorgere, ma ricontare i voti e corrompere i Grandi Elettori furono solo gli ultimi spasmi di un corpo ormai esanime. THE WALKING DEAD.

    HILLARY CLINTON 2. Paladina del Bene, gladiatrice delle Armate Oscure, l’aristocratica femminista che giammai rinunciò al cognome del marito fedifrago, fu ferocemente divorata dal drago populista Trump. Piansero per lei ottimati di ogni arcobaleno, noi buontemponi al suo funerale (politico) ci facemmo risate grassissime. Tentò di risorgere, ma ricontare i voti e corrompere i Grandi Elettori furono solo gli ultimi spasmi di un corpo ormai esanime. THE WALKING DEAD.

  • BELLO FIGO 9. Ha preso per il naso tutti. Per primo il padrone di casa, dato che lui “non paga afito”. Poi Renzi, dato che il suo “votiamo Piddìo” gli ha fatto perdere più voti di Banca Etruria. Poi tutta la destra diffusa (e istituzionale) che s’è buttata a pesce sul razzista all’incontrario. E infine tutti gli antifa che l’hanno difeso e volevano quasi farne un’icona. Intanto i contatori di Youtube giravano e gli entravano soldissimi in tasca. SWAG.

    BELLO FIGO 9. Ha preso per il naso tutti. Per primo il padrone di casa, dato che lui “non paga afito”. Poi Renzi, dato che il suo “votiamo Piddìo” gli ha fatto perdere più voti di Banca Etruria. Poi tutta la destra diffusa (e istituzionale) che s’è buttata a pesce sul razzista all’incontrario. E infine tutti gli antifa che l’hanno difeso e volevano quasi farne un’icona. Intanto i contatori di Youtube giravano e gli entravano soldissimi in tasca. SWAG.

  • ROBERTO SAVIANO 4,5. Le intemerate dall'attico di New York non piacciono più a nessuno. Ritorna a pontificare in tv (persino di calcio jugoslavo) per non far dimenticare che è uscito l'ultimo suo romanzo. Litiga con quel campione di De Magistris e la politica scopre che il vero problema di Napoli è l'appiccico tra i due galli nel pollaio dell'ultrasinistra ipermanettara. ZERO ZERO ZERO.

    ROBERTO SAVIANO 4,5. Le intemerate dall'attico di New York non piacciono più a nessuno. Ritorna a pontificare in tv (persino di calcio jugoslavo) per non far dimenticare che è uscito l'ultimo suo romanzo. Litiga con quel campione di De Magistris e la politica scopre che il vero problema di Napoli è l'appiccico tra i due galli nel pollaio dell'ultrasinistra ipermanettara. ZERO ZERO ZERO.

  • VLADIMIR PUTIN 10 (se no ci manda i bombardamenti). Incubo il più perfetto dei liberal d'ogni contea. Bombarda ribelli moderati con bombe estremiste. Ogni male servizio che succede, è colpa sua. Ogni guaio, è colpa sua. Non mangia i bambini perché Stalin li ha divorati tutti ma a colazione beve spremute di vergine dei Carpazi. LUNGA VITA ALLO ZAR!

    VLADIMIR PUTIN 10 (se no ci manda i bombardamenti). Incubo il più perfetto dei liberal d'ogni contea. Bombarda ribelli moderati con bombe estremiste. Ogni male servizio che succede, è colpa sua. Ogni guaio, è colpa sua. Non mangia i bambini perché Stalin li ha divorati tutti ma a colazione beve spremute di vergine dei Carpazi. LUNGA VITA ALLO ZAR!

  • NIGEL FARAGE 8,5. Come Trump. Mezzo voto in più per averci regalato per primo, con Brexit, l’impareggiabile emozione di vedere i grandi illuminati del pensiero democratico e liberale invocare la revoca del diritto di voto a vecchi, storpi, ciucci e presuntuosi. No, ai presuntuosi no. MILORD.

    NIGEL FARAGE 8,5. Come Trump. Mezzo voto in più per averci regalato per primo, con Brexit, l’impareggiabile emozione di vedere i grandi illuminati del pensiero democratico e liberale invocare la revoca del diritto di voto a vecchi, storpi, ciucci e presuntuosi. No, ai presuntuosi no. MILORD.

  • BASHAR AL ASSAD 7. Chi la dura la vince. Lui paziente come il cinese dei proverbi, assiso sulla riva del fiume ha visto passarei cadaveri (politici) di tutti i suoi nemici. Ne manca solo uno (leggi Merkel). MODERATO.

    BASHAR AL ASSAD 7. Chi la dura la vince. Lui paziente come il cinese dei proverbi, assiso sulla riva del fiume ha visto passarei cadaveri (politici) di tutti i suoi nemici. Ne manca solo uno (leggi Merkel). MODERATO.

  • FRANCOIS HOLLANDE 2. A Natale, pure la madre gli ha sputato in un occhio. In Francia nessuno più se lo fida di vedere. Il livello della sua popolarità tra i francesi è più basso della ripresa nell’area Euro. E gli spin doctor gli hanno consigliato – a mandato scaduto – di scapparsene dalla porta di dietro dell’Eliseo, travestendosi da militante del Front National. ADIEU.

    FRANCOIS HOLLANDE 2. A Natale, pure la madre gli ha sputato in un occhio. In Francia nessuno più se lo fida di vedere. Il livello della sua popolarità tra i francesi è più basso della ripresa nell’area Euro. E gli spin doctor gli hanno consigliato – a mandato scaduto – di scapparsene dalla porta di dietro dell’Eliseo, travestendosi da militante del Front National. ADIEU.

  • GIORNALONI E LIBERAL 0. Annus horribilis. Li abbiamo visti urlare alle dittature e invocare democrazia e libertà salvo poi: chiedere di limitare il diritto di voto ai solo che la pensano come loro, limitare l'accesso a internet ai soli che la pensano come loro, urlare alle fake news dopo essersi gasati con il Nobel ad Obama e le proiezioni che davano la Clinton al 98% di possibilità di vittoria, manifestare con l'esito di un'elezione, bloccare l'esito di un referendum popolare e raccogliere firme per ottenere la rivincita. ROSICONI.

    GIORNALONI E LIBERAL 0. Annus horribilis. Li abbiamo visti urlare alle dittature e invocare democrazia e libertà salvo poi: chiedere di limitare il diritto di voto ai solo che la pensano come loro, limitare l'accesso a internet ai soli che la pensano come loro, urlare alle fake news dopo essersi gasati con il Nobel ad Obama e le proiezioni che davano la Clinton al 98% di possibilità di vittoria, manifestare con l'esito di un'elezione, bloccare l'esito di un referendum popolare e raccogliere firme per ottenere la rivincita. ROSICONI.