0

Calcio. Il Sunderland di Paolo Di Canio fa la spesa in Italia e prende il cugino di Peruzzi

Pubblicato il 3 luglio 2013 da Giovanni Vasso
Categorie : Pallone mon amour Sport/identità/passioni

Di CanioDi Canio sogna un centravanti americano a Sunderland e mentre combatte contro le pretese economiche dell’Az Alkmaar scende in Italia a far la spesa al supermercato delle giovanili dell’Inter e si accaparra il talentino argentino Gino Peruzzi, il cugino dell’ex portiere di Roma, Lazio Juve e nazionale italiana Angelo che vanta la ‘benedizione’ del capitano interista Javier Zanetti: “Mi ricorda come giocavo io all’inizio della mia carriera”. Tutto, pur di rompere la ‘maledizione’ del ‘Gigante appisolato’ biancorosso.

Nei giorni scorsi i media inglesi hanno tracciato le linee del mercato delle Linci d’Inghilterra. Per il Mirror, il Sunderland è il gigante dormiente della Premier League e l’obiettivo sarebbe quello di dare un taglio all’andazzo degli ultimi campionati “da yo-yo tra retrocessioni e promozioni”. Ma i tifosi, come accade ad ogni latitudine, pongono tra gli obiettivi fondamentali della stagione la vittoria nel derby contro il Newcastle: lo scorso anno, l’insperato successo delle Linci contro i bianconeri sancì, definitivamente, la ‘pace’ tra i supporters del Sunderland ed il manager italiano.

L’obiettivo primario del Sunderland, ad oggi, è quello di portare in Inghilterra il centravanti statunitense Jozy Altidore, attualmente in forza agli olandesi dell’Az Alkmaar. C’è ancora un discreto divario tra l’offerta inglese e le richieste olandesi ma, secondo le indiscrezioni provenienti da Oltremanica, si potrebbe ben presto trovare un accordo. E’ ancora lontano, invece, il triplete che Di Canio aveva intenzione di mettere a segno in Italia. Per ora ci sarebbe solo l’accordo per portare alla sua corte il centrocampista Daniel Bessa. L’Inter ha già respinto le offerte per Alfred Duncan e Ibrahima Mbaye. Poco male: le Linci volano in Argentina e stanno per concludere con il 21enne terzino destro del Velez Gino Peruzzi, fresco di titolo nazionale dopo la finalissima vinta contro il Newell’s Old Boy.  Peruzzi arriva alla corte di Di Canio con la benedizione di Javier Zanetti. Il capitano dell’Inter aveva consigliato a Massimo Moratti di far in fretta per acquistarlo. Ma, si sa, al neotecnico nerazzurro Walter Mazzarri non è che piaccia molto affidarsi troppo ai giovani. E poi al presidentissimo se non costano milioni e milioni di euro i calciatori non interessano. E perciò ne ha approfittato Paolo Di Canio.

Intanto, in casa Sunderland, è stato ‘superato’ senza eccessive polemiche il primo, significativo, test in vista del nuovo campionato. Presentata la nuova divisa che è stata accolta in maniera tutto sommato positiva dai tifosi che, però, continuano a chiedere a gran voce la rottura del rapporto con lo sponsor tecnico Adidas per riconsegnare la ‘sartoria’ ad Umbro o Hummel. La nuova maglia è caratterizzata dalla striscia centrale bianca da cui parte il consueto alternarsi con il rosso. Sponsor sarà il colosso della distribuzione alimentare Bidvest. La divisa farà il suo debutto nella Barclay’s Asia Trophy, in programma a fine luglio e che vedrà opporsi in un quadrangolare le Linci d’Inghilterra, il Manchester City, il Tottenham ed una rappresentativa della Cina del Sud. Sarà il primo test ufficiale per il ‘nuovo’, e ambizioso, Sunderland di Paolo Di Canio.

Di Giovanni Vasso

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>