4

Il punto (di N.Lilin). La Siberia brucia nel silenzio dei poteri finanziari

Pubblicato il 8 Agosto 2019 da Nicolai Lilin
Categorie : Cronache
Il rogo della foresta siberiana

Il rogo della foresta siberiana

Quello che accade in Siberia é orribile non solo perché si tratta di una catastrofe ambientale senza precedenti che ha già ucciso diversi milioni di ettari della foresta, letteralmente trasformando in cenere un pezzo dei polmoni del nostro Pianeta; che ha bruciato centinaia di migliaia di animali, uccelli, insetti, fiori e piante unici nel loro genere; che ha lasciato senza futuro gli abitanti locali che da sempre vivevano in armonia con la natura. Il vero orrore della tragedia siberiana sta nel fatto, che grazie a questo disastroso incendio si é rivelata per l’ennesima volta la vera faccia del potere oligarchico che governa il mondo con particolari ipocrisia e malvagità. La gente che rappresenta il potere della finanza su tutti i livelli, a cominciare dalle amministrazioni locali finendo con i mass media, dimostrano con propri azioni che l’unica intenzione del potere attuale é quella di generare il profitto ad ogni costo, di sfruttare tutte le risorse possibili disponibili sul nostro Pianeta, pur di guadagnare.

L’atteggiamento criminale dei rappresentanti del potere internazionale un giorno porterà l’umanità intera alla distruzione. Questa é la più grande rivelazione del disastro siberiano. Purtroppo quella “realtà” che comprendiamo dalle grandi agenzie d’informazione, quella presentata dagli intellettuali, giornalisti e opinionisti fa parte di un circo mediatico organizzato appositamente per tenerci concentrati sulle questioni futili, mentre gli oligarchi prendono le decisioni che mettono a rischio il nostro futuro. Solo così si può spiegare questo assordante silenzio sulla catastrofe ambientale in Siberia, della quale oggi non vogliono parlare i big media. Se non ci svegliamo ora, continuando pendere dalle labbra dei finti profeti, presto scopriremo che per noi e per nostri figli non c’é spazio nel futuro.

@barbadilloit

Di Nicolai Lilin

4 risposte a Il punto (di N.Lilin). La Siberia brucia nel silenzio dei poteri finanziari

  1. Poche balle! O si scrive su chi ha appiccato il fuoco o altrimenti smettiamola di fare dietrologie ridicole, ‘gretine’, sugli ‘oligarchi’, rappresentanti del potere internazionale che un giorno porterà l’umanità intera alla distruzione….

  2. parole sacrosante! Il silenzio dei media è assordante, i politici di tutte le nazioni poi come galline nel pollaio pensano solo a razzolare!

  3. E allora gridiamo, se serve a spegnere gli incendi!!!! Ma la Siberia è molto grande…non ci sarà qualche forestale calabrese in giro?

  4. ‘Gomblotto’! I ‘poteri forti’ che reggono il mondo non ci lasciano scrivere sugli incendi in Siberia!!!!! Bildenberg non vuole, Soros neppure…ma ci saranno di mezzo le ‘strisce chimiche’ o gli Illuminati di Baviera…?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *