0

Cinema. Captain Marvel e quel salto nell’immortale musica Anni ’90

Pubblicato il 19 Marzo 2019 da Marco Petrelli
Categorie : Cinema

(da Mymovies.it)

Vederla schizzare fra le stelle dei titoli di coda sulle note di Celebrity Skin deve aver fatto saltare sulle poltroncine diversi spettatori, specie chi nel lontano 1998 era adolescente… come chi scrive. E lei, Carol Danvers/Captain Marvel, è un super eroe-concentrato di cultura e musica Anni ’90 sin dalle prime scene della omonima pellicola, nelle sale dal 6 marzo. Blockbuster, video tape, look grunge, cerca-persone e la musica che ti accompagna per due ore di fila: un ritorno al passato prossimo, al decennio di Beverly Hills e di Willy il Principe di Bel Air (citato nel film), dell’orrenda moda da uomo e della leggendaria “dance” da discoteca.

Il MCU (Marvel Cinematic Universe) non è nuovo all’arte di recuperare vecchi classici, ne è un esempio l’ Awesome Mix di Peter Quill/Star Lord ma qui siamo un passo avanti: la soundtrack è qualcosa di favoloso, note leggendarie e successi ancor oggi imbattuti.  La ricordate Just a Girl?

Ecco, immaginate ora di vedere un supereroe in tuta aderente di pelle combattere al ritmo dei No Dubt, con la travolgente voce di Gwen Stefani.

 

 

Oppure no, preferite il grunge dei Nirvana… accontentati! Come as you are è un altro dei brani della pellicola, insieme a Salt-N-Pepa ft. En Vogue, Elastica, Garbage, REM, TLC, Des’ree altri che riportano noi “born in the 80s” ai nostri tempi, quelli delle video e audio cassette e dei primi cd mentre i Millennials potranno capire cosa, purtroppo per loro, non hanno vissuto.

Poi c’è l’aspetto Marvel di film, che non è certo secondario: per i fan della saga degli Avengers Cap Marvel è una miniera di curiosità e di informazioni, nonché una pellicola di “collegamento” fra le origini del Progetto Avengers di un giovanissimo Nick Fury/Samuel L. Jackson e il desolato mondo creato da Thanos nelle ultime, tristi sequenze di Infinity War (2018).

Bella trama, musica eccezionale e un gustoso aperitivo prima di goderci, il 24 aprile, l’attesissimo End Game.

@marco_petrelli

@barbadilloit

Di Marco Petrelli

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *