0

La proposta. Cari ex An, fate come Grillo: chiedete se siete voi il problema

Pubblicato il 11 giugno 2013 da Liam Brady
Categorie : Politica

Alleanza nazionale«Vorrei sapere cosa pensa il MoVimento 5 Stelle di queste affermazioni, se sono io il problema». Così Beppe Grillo ha commentato sul suo blog le accuse della senatrice penta stellata Adele Gambaro, che – in diretta su SkyTg24 – ha accusato il leader del M5S di essere il vero responsabile (a causa dei suoi attacchi ripetuti contro il Parlamento) della debacle delle liste in tutta Italia. Quella di Grillo – al di là poi del seguente e scontato “invito” a smammare della senatrice – non è un’interrogazione retorica. Ma ha aperto un vero e proprio referendum sul blog, dopo in centinaia hanno commentato dicendone sì di tutti i colori ma almeno discutendo.

Perfino Grillo in un certo senso fa autocritica (anche se a modo suo). Tutto ciò calza a pennello in questa “Caporetto” per la destra italiana: perché nessun esponente del Pdl e così via – dopo la batosta subita domenica e lunedì scorsi – ha pensato di misurare il polso degli elettori pubblicamente? Sfogliando i giornali di oggi infatti, così come i lanci di agenzia, si è letto di tutto riguardo la bocciatura degli elettori. Hanno parlato politologi (per dire che è finita la destra nata a Fiuggi), i sondaggisti (per dimostrare che è finita la destra), gli ex Forza Italia (per invocare il ritorno a Forza Italia in quanto, a loro avviso, il problema è stata la destra).

Pochi, tra gli ex An ed epigoni vari, si sono presi la responsabilità di metterci la faccia davanti a un risultato che – con tutta evidenza – è figlio della disaffezione e non del “tradimento” degli elettori tradizionali rispetto al partito di provenienza. Per una volta, insomma, potrebbero prendere esempio proprio da Beppe Grillo ed aprire le proprie bacheche facebook, i siti, i profili Twitter a un vero scambio con gli elettori. E, perché no, organizzare degli incontri pubblici, ritornare per un giorno nelle sezioni. E magari riaprirle. Sarebbe già qualcosa.

Di Liam Brady

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>