3

La lettera. Mishima guerriero contro la decadenza

Pubblicato il 25 novembre 2017 da Giorgio Mari
Categorie : Cultura Parola ai lettori
Yukia Mishima

Yukia Mishima

Pubblichiamo la lettera di un nostro lettori in memoria di Yukio Mishima, scrittore e patriota giapponese

“Il 25 Novembre del 1970, si dava la morte per seppuku Yukio Mishima, poeta, guerriero, patriota, tradizionalista, fondatore del Tate no kai o società degli scudi dove onore e fratellanza erano autentici. Ultimo dei samurai.
Il Bushido contro il modernismo, l’esser uomo contro la decadenza. Quel giorno cadde uno dei fiori più belli del Giappone.
Mishima, che nel suo biglietto di addio scrisse: « La vita umana è breve, ma io vorrei vivere per sempre ».
Mishima che con il suo gesto ed esempio morì per divenire immortale.

Giorgio Mari
Corridonia (MC)

@barbadilloit

Di Giorgio Mari

3 risposte a La lettera. Mishima guerriero contro la decadenza

  1. Onore.

  2. Grande.

  3. Sarebbe stato meglio se avesse continuato a vivere, a scrivere a testimoniare il suo impegno quotidiano. Morendo ha tolto di mezzo un testimone incomodo, una voce critica. Ha fatto un favore ai suoi avversari.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>