0

Boxe. L’androide Lomachenko schiaccia “El Scorpion” Marriaga

Pubblicato il 10 agosto 2017 da Carlo Lattaruli
Categorie : Sport/identità/passioni

boxe utimaNon è da tutti esprimere una boxe tecnicamente molto valida, prendendosi gioco dell’avversario ed al tempo stesso dare spettacolo e conquistare la folla. In altre parole non a tutti i pugili è concesso il dominio del ring, esattamente come dimostrato da Vasyl “Hi Tech” Lomachenko sabato notte al Microsoft theater di Los Angeles. A contendere il titolo mondiale WBO pesi superpiuma all’ucraino c’era “El escorpion” Miguel Marriaga, voglioso di riscattarsi dalla sconfitta subita nel precedente match per il titolo mondiale pesi piuma, ma sfortunato nel trovarsi di fronte un Lomachenko in serata di grazia.

TECNICA E SPETTACOLO “Hi Tech”, infatti, sin dalla seconda ripresa si è preso il centro del ring, costringendo il suo avversario a difendersi costantemente dalla frequenza delle sue combinazioni di colpi; nel finale di round “lo scorpione” Marriaga è anche riuscito ad impensierire (l’unica volta in tutto l’incontro) l’ucraino con un bel gancio destro al veleno che ha colpito alla sinistra il volto dell’avversario. Ma alla terza ripresa, ferito nell’orgoglio, Lomachenko decideva di mostrare al pubblico in visibilio la sua perfezione robotica: prima con una schivata ed un diretto sinistro ha spedito al tappeto l’avversario, poi, galvanizzato dall’atterramento, ha invitato Marriaga ad attaccarlo all’angolo, eseguendo il cosiddetto rope-a-dope, schivando o parando tutti i colpi dell’avversario, ed aggiungendosi in questo modo a pugili come Alì, Pacquiao e Mayweather capaci di eseguirlo con successo. Da questo momento in poi il match è diventato a senso unico poiché allo scorpione, dopo essersi visto parare o schivare i suoi colpi di coda, non è rimasto che chiudersi in difesa, schivando i ganci di Lomachenko ma al tempo stesso concedendogli di farsi beffe di lui, con vere e proprie carezze sulla testa, come un gatto gioca col topo. “Hi Tech” ha fatto breccia nella difesa del contendente al titolo con la sua invidiabile capacità di creare angoli di tiro facendo perso sul piede destro e scagliando con tutta la forza i suoi montanti e ganci sull’avversario. Alla settima ripresa Marriaga viene sorpreso prima da un violento sinistro al fegato, per poi finire al tappeto la seconda volta nel match a causa di un gancio sinistro in pieno volto; rialzatosi e terminata la ripresa, hanno gridato dal suo angolo un “no mas” che sanciva la vittoria dell’ucraino, che si conferma campione del mondo per KO tecnico.

LA PROVOCAZIONE A “THE NOTORIOUS” Senza neanche il tempo di godersi la vittoria, l’androide Lomachenko si rende ancora protagonista, questa volta sui social, proponendosi come sparring partner per il mixed martial artist Conor McGregor, impegnato nella preparazione del suo match di boxe contro Floyd Mayweather. Probabilmente sarebbe di grande aiuto per l’irlandese potersi confrontare, al di là delle diverse categorie di peso, con un pugile così completo tecnicamente e con una rapidità di passi invidiabile. Che possa essere proprio prendere ispirazione dallo stile di “Hi Tech” l’arma segreta di McGregor versione pugile?

@barbadilloit

Di Carlo Lattaruli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>