5

Libri. “I brasiliani della Roma” di Matteo Latini e il filo verdeoro tra il Colosseo e il Cristo di Rio

Pubblicato il 6 maggio 2017 da fma
Categorie : Libri Pallone mon amour

brasiliani della romaUna lettura dotta per festeggiare i novantanni del club giallorosso. Ma anche per meditare su di una stagione destinata a concludersi con una x sullo zero nella conta dei titoli. O, perché no, per non pensare all’uscita di scena di capitan Totti, l’ultima grande bandiera del calcio italiano. I brasiliani della Roma (Eclettica edizioni) è un testo che non ti aspetti. Un dizionario dei giocatori verdeoro che hanno indossato la maglia del club fondato nel 1927 da Italo Foschi. Dalla a alla z, chiaramente. Matteo Latini, giornalista classe ’89, ci offre un viaggio editoriale sorprendete. Soprattutto sei si crede che tra il Brasile e la Capitale ci sia stato solo Falcao a far battere i cuori: che anche se fosse, non sarebbe poco. Invece il legame con la patria del Futbol è molto più spesso di quanto si possa notare a prima vista. L’autore ci offre 37 ritratti scritti con autorevolezza e mano frizzante. Che ci raccontano chi sono davvero Aldair, Emerson, Sormani, Cerezo, Adriano, Cafu e gli altri della compagine capitolina. Pagine che vanno oltre agli scudetti vinti o le eclissi calcistiche alle Filipe, «giovane dalle belle speranze mai espresse». Biografie pensate approfondendo anche gli anni precedenti e quelli successivi alla parentesi giallorossa. Chi è tifoso dell’A.S. Roma, insomma, troverà delle pagine di gioia, pensando magari ai colpi di mercato di Dino Viola. Chi è un semplice appassionato di sport, invece, avrà tra le mani uno strumento di studio che merita di essere consultato più e più volte, quasi fosse un Bignami trasversale per autentici intellò del pallone.

@fernandomadonia

@barbadilloit

Di fma

5 risposte a Libri. “I brasiliani della Roma” di Matteo Latini e il filo verdeoro tra il Colosseo e il Cristo di Rio

  1. In passato sono stato tifosissimo della Roma (squadra alla quale guardo con simpatia anche adesso).Tra i brasiliani giovani che non hanno espresso le loro potenzialità e si sono “eclissati”, mi ricordo soprattutto Fabio Junior ma, in tutta sincerità, non riesco a capire chi sia il Filipe di cui parlate.

  2. Wolf questo Filipe che nemmeno io avevo capito chi fosse dovrebbe,sottolineo dovrebbe perchè non ne sono sicuro, un giocatore ancora in attività che passò come una meteora in Italia,prima alla Fiorentina nelle giovanili e poi alla Roma all’incirca nel 2008-09, per poi passare al Siena e al Como… Oggi gioca al Boavista,in Portogallo… Comunque io ho una sorella che è tifosa molto accesa della Roma, l’ho accompagnata anche all’Olimpico qualche volta pur non essendo tifoso dei giallorossi, anche se simpatizzo in qualche modo anch’io soprattutto per le vicissitudini storiche di questa squadra e per il divertente ambiente che a Roma c’è intorno la squadra, e poi simpatizzo in generale le squadre del sud contro lo strapotere economico del calcio nordico… Come mai dici in “passato” sei stato tifoso, oggi non tifi più nessuno ho hai altre preferenze, non so magari la squadra del posto in cui vivi? Solo una mia curiosità, puoi anche non rispondere.

  3. P.S. Mi correggo, ho controllato ed il Boavista in cui gioca il suddetto Filipe non è la nota squadra portoghese, bensì un omonima squadra brasiliana di Rio…

  4. Grazie Stefano,sì è vero potrebbe essere anche lui,però non mi sembra fosse considerato un talento tale da riporre in lui così tanta fiducia(poi delusa);al limite,tra i giovani brasiliani di prospettiva arrivati alla Roma,quello che più potrebbe dare qualche rimpianto è il già citato Fabio Junior,arrivato a 22 anni,inizialmente appetito da altre grandi squadre,costato un botto(30 miliardi)e nel giro della nazionale brasiliana.Risultato:un completo fallimento,via dopo un anno e mezzo.
    Per tantissimi anni sono stato tifosissimo della Roma,in tempi recenti frequentavo abitualmente siti sulla squadra dove commentavo sempre articoli di partite o calciomercato ; adesso pur avendo sempre un maggior occhio di riguardo verso i giallorossi rispetto a tutte le altre squadre, mi stanno simpatiche anche le squdre del centro Italia (Fiorentina,Parma,la stessa Lazio,etc…).Invece non hanno mai avuto presa su di me le squadre del meridione(Napoli,Palermo,Bari,etc),sebbene io viva al sud…
    Comunque cerco di seguire il calcio con la massima obiettività posibile al di là dei colori.

  5. “..mi stanno simpatiche anche le altre squadre del centro Italia…”

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>