8

La risposta animalista al vivisettore Ignazio Marino? Si chiama Gonnelli e a Fiumicino…

Pubblicato il 5 maggio 2013 da Elena Barlozzari
Categorie : Cronache Personaggi Politica

ANIMALISTIElezioni comunali 2013: la risposta alla candidatura di Ignazio Marino a sindaco di Roma per il centrosinistra? Sotto certi aspetti arriva da Fiumicino, dove la coalizione di centrodestra schiera in campo un aspirante sindaco di nuova generazione. Il suo slogan – “La differenza la fanno le persone” – segna già in qualche modo la distanza che separa Marino da Mauro Gonnelli. In che senso? Marino è un ex vivisettore che mai ha abiurato i suoi trascorsi, diventando oggetto di dure contestazioni da parte degli animalisti, mentre Gonnelli si presenta alla cittadinanza di Fiumicino con un programma ricco di spunti green, che strizza l’occhio tanto al mondo animal-ambientalista, quanto a chi desidera vedere codificato un modello di politica alternativo a quello precedente.

E così, pochi giorni prima della blitz organizzato ai danni del candidato sindaco Ignazio Marino da una trentina di attivisti per i diritti degli animali – tra cui Roma for Animals – d’altro canto, l’associazione Memento Naturae, da sempre attiva sul litorale laziale con iniziative di sensibilizzazione nelle scuole e di riqualificazione di spiagge ed aree verdi, commenta così il profilo di Gonnelli: «Si è dimostrato molto recettivo e disponibile ad accogliere le nostre proposte, vista la nostra intenzione di voler cambiare radicalmente il volto del Comune più importante del Mediterraneo».

gonnelliEd ancora: «In questi giorni abbiamo avuto con Gonnelli diversi incontri ed abbiamo gettato le basi per una serie di battaglie a breve, medio e lungo termine, che vorremmo attuare in una sinergia condivisa». Il programma che Memento Naturae ha intavolato con il candidato sindaco spazia dai temi dell’educazione ambientale e del riciclo legati al progetto “ ‘Da un Tappo doni Amor’ per la raccolta dei tappi delle bottiglie di plastica, che nel corso degli anni è diventato un punto di riferimento su Roma e in tutto il Lazio, come esempio efficace di riciclo e riutilizzo di un materiale scartato quotidianamente” sino al potenziamento di economia ed eccellenze locali a basso impatto ambientale attraverso “l’adesione del Comune di Fiumicino ad ‘Arcipelago SCEC’, sistema virtuoso che permette di promuovere localmente lo scambio di beni e servizi accettando una riduzione percentuale del prezzo rappresentata da una sinergia vincente tra cittadini, imprese commerciali, artigiane ed agricole, professionisti ed Enti Locali”.

Infine, in un comune come quello fiumicinese, dove c’è assoluta carenza di strutture pubbliche e private idonee a farsi carico dei numerosi randagi presenti sul territorio, non sono mancate «significativa aperture per i nostri amici a quattro zampe con un progetto ambiziosissimo all’interno del programma di Gonnelli, legato a rifugi e ai parchi canili, nonché soluzioni pratiche del problema che ha Fiumicino del randagismo».

Di Elena Barlozzari

8 risposte a La risposta animalista al vivisettore Ignazio Marino? Si chiama Gonnelli e a Fiumicino…

  1. Con questa cosa dell’animalismo mi state scadendo pesantemente. Marino mi sta sulle palle ma la sperimentazione è necessaria per la salute umana. E chi sperimenta non è un “vivisettore”. Mi dispiace perché gli altri vostri articoli sono molto validi.

  2. Chi esegue la “dissezione anatomica di animali vivi a scopo di studio” -ovvero la vivisezione- è un vivisettore. Genericamente potremmo indicarlo con la parola “sperimentatore” ma sarebbe un’imprecisione.

    Ps. la validità di un articolo di cronaca – a mio parere- dovrebbe esser valutata in base alla veridicità della notizia riportata ed al modo in cui questa viene raccontata.

  3. “la sperimentazione è necessaria per la salute umana”
    No, il 92% dei farmaci che passano i test su animali si rivelano inefficaci o tossici sull’uomo.
    La sperimentazione animale inoltre non predice l’81% delle reazioni avverse ai farmaci.
    E infine, spesso i farmaci che vengono scartati dagli animali non sono tossici sull’uomo, quindi è una vera e propria roulette russa che non serve a nulla.

  4. Ottimo pezzo: Ignazio Marino non è il sindaco che voglio -per una serie di ragioni- tra cui anche questa la sua chiusura verso le metodologie di ricerca alternativa!

  5. Chi è favorevole alla ricerca sugli animali non è sfavorevole ai metodi alternativi, infatti chi credete che li trovi se non gli scienziati?
    certo non gli “”””esperti””” delle associazioni animaliste, gente tipo il dr. Cagno che scrive che i virus sono procarioti, quando anche uno studente del liceo classico sa che è una cavolata.
    Alberto, mi potresti mandare la fonte di quello che dici? Una fonte qualificata, non un sito animalista, grazie…. ps: se sono inutili perché tutte le persone del mestiere pensano il contrario? (no gente come la Kuan, che fa la nutrizionista, non è del mestiere)

  6. Io Marino non lo voglio perché è un comunista e rappresenta il contrario di quello in cui credo. Sfortunatamente una parte dell’ambiente, che si è infatuata di una cosa da zecche come l’animalismo, me lo fa stare quasi simpatico.

  7. Gonnelli amico della natura? Il nuovo che avanza? Va Ma cosa scrivete?
    Gonnelli è al comune di fiumicino da 18 anni e ha avallato tutte le schifezze fatte da Canapini a Fiumicino…..fino alla delibera per l’inceneritore a pizzo del Prete….e non dice una parola contro la quarta pista dell’aereoporto o contro il biogas…..e sarebbe un ambientalista convinto?….Ma certo che ormai sul web si trova qualsiasi tipo di falsità….

  8. http://www.nc3rs.org.uk/page.asp?id=149
    Sempre per avvalorare la mia tesi, i vivisettori della glaxo mettono in palio premi per chi riduca l’uso degli animali nella ricerca. Visto che siete così fermamente convinti che se ne possa fare a meno, fatevi avanti con le vostre scoperte e vincerete il Nobel.
    (lungi da me essere il difensore d’ufficio delle case farmaceutiche, che comunque fanno un sacco di schifezze, ma che proprio perché pensano solo al profitto non si sobbarcherebbero mai un costo enorme se fosse inutile)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>