0

Champions. Buffon dedica a Quattrocchi la vittoria della Juve sul Monaco

Pubblicato il 15 aprile 2015 da Mario Bocchio
Categorie : Sport/identità/passioni

JuveMonaco 1-0 (1)Arturo Vidal è stato l’uomo partita per la Juventus contro il Monaco, realizzando il rigore che ha deciso la sfida di Torino al posto di Carlos Tevez.

“Mi serviva un po’ di fiducia, per questo ho chiesto a Carlos di farmi battere il rigore – ha commentato il cileno -. Dopo quell’errore nel primo tempo avevo pensato che in questa Champions non avrei più fatto gol. Poi ho visto mia moglie in tribuna e ho ritrovato coraggio. In un quarto di finale, contro una squadra che ha giocato molto bene, è normale avere un po’ di paura. Ma alla fine siamo riusciti a vincere e questa era la cosa più importante”.JuveMonaco 1-0 (3)

Massimiliano Allegri sorride dopo l’1-0 della Juve

 “Non aver preso gol in casa ci regala un piccolo vantaggio – sottolinea il tecnico bianconero Max Allegri -, abbiamo giocato contro una squadra che ha tecnica e fisicità davanti, anche se non accompagnano molto l’azione. Nel primo quarto d’ora abbiamo fatto fatica, perché invece di far salire la squadra aspettavamo il passaggio tra le linee. Ma dopo abbiamo posto rimedio a questo problema”.

“Nessuno si aspettava una vittoria per quattro o cinque a zero, giocavamo contro la migliore difesa della Champions e del campionato francese – aggiunge Allegri -. Contro di loro bisogna giocare con grande pazienza, con qualche passaggio in più e aspettando il momento decisivo per affondare”.

Non mancano gli elogi per gli uomini che nelle ore che hanno preceduto la sfida erano stati in dubbio: “Pirlo ha giocato settanta minuti decisamente buoni, considerando che non giocava da molto tempo. Credo che anche il rigore sia nato da un suo lancio. Poi è normale che non fosse al massimo della condizione, come non lo era Tevez. Per il ritorno staranno molto meglio”.JuveMonaco 1-0 (2)

Buffon, dedica a Morosini e Quattrocchi

Due dediche speciali dopo una vittoria molto importante. Sono quelle che ha scelto di fare Gianluigi Buffon dopo l’1-0 della sua Juventus contro il Monaco.

“Vorrei dedicare questo successo a due persone che mi hanno reso orgoglioso di fare questo lavoro e di essere italiano. Si tratta di Piermario Morosini e Fabrizio Quattrocchi, che è sempre nel mio cuore”, ha dichiarato il capitano bianconero nel dopo partita di Torino.

Il portiere toscano è poi tornato sulla partita dello Juventus Stadium e sul suo futuro personale: “Le difficoltà iniziali in parte ce le siamo create noi, in parte sono stato frutto del gioco del Monaco. Io mi sento bene, mi pare che il mio rendimento sia buono. Di certo non ho fretta di smettere”.JuveMonaco 1-0

Jardim non ci sta: “Rigore inesistente”

Il Monaco e Leonardo Jardim non ci stanno. “Questo risultato è una grande ingiustizia, il rigore per la Juventus non andava fischiato”, tuona il tecnico dei biancorossi nella conferenza stampa del dopo partita.

“Io amo la giustizia. Il diritto e il dovere devono essere per tutti nella vita e nello sport – aggiunge -. Sono deluso, perché abbiamo giocato una buona partita e il punteggio finale non rispecchia quanto si è visto sul campo. Il Monaco voleva presentarsi a Torino dimostrando di essere una squadra organizzata e in effetti abbiamo dato grossi problemi alla Juventus”.

Non manca comunque un pizzico di rammarico: “Puntavamo ad uscire da qui con un risultato migliore. Nella partita di ritorno dovremo fare qualcosa di più per superare il turno. Il calcio giocato ad alti livelli obbliga a dominare l’avversario e a concludere. Noi non ne siamo stati in grado, ma abbiamo dato un’immagine importante davanti alla Juventus, giocando la nostra partita. Una partita decisa da un rigore inesistente”.

@barbadilloit

@MarioBocchio

Di Mario Bocchio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>