0

Rugby. La lettera di Andrea Lo Cicero ai tifosi azzurri: “Ora giocherò a Parigi, poi vedremo”

Pubblicato il 19 marzo 2013 da Andrea Lo Cicero
Categorie : Sport/identità/passioni

lociceroCiao a tutti,

ho lasciato passare un po’ di ore, o meglio, giorni, dal quel giro di campo con la maglia Azzurra che tutti avete visto, per raccogliere un po’ le idee e rendermi conto di quello che stava succedendo.

E mi sono accorto che stava (sta) accadendo qualcosa di bellissimo, almeno per me. Una così grande manifestazione di affetto non me la sarei mai aspettata. Senza falsa modestia, che sapete non mi appartiene proprio, sapevo di essere un giocatore seguito, rispettato in qualche modo amato (e anche criticato). ma non a questi livelli.

Non posso fare altro che ringraziarvi tutti assieme per i messaggi su questo mio sito, su facebook, su tutti gli altri social in cui sono presente. Vi ringrazio per le foto, per i disegni, per le lettere, di adulti, ma soprattutto dei bambini. Sono veramente orgoglioso di aver fatto parte delle Nazionale, ma ancora di più di essere riuscito a trasmettere qualcosa a tutti voi.

Mi dovrete scusare se non riuscirò a rispondere personalmente alla “valanga” di messaggi privati che sto ricevendo. Cercherò di raccogliere le foto che mi avete mandato e metterle su questo sito, ma dovrete avere un po’ di pazienza. Intanto, però, la mia vita rugbystica continua. Infatti, sono appena rientrato a Parigi dove onorerò fino alla fine della stagione la maglia del Racing Metro e con la quale spero di togliermi ancora qualche bella soddisfazione. E poi… chissà, staremo a vedere.

Continuate a seguirmi e ancora grazie a tutti. Un abbraccio Andrea

http://www.andrealocicero.com/?p=1068

Di Andrea Lo Cicero

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>