1

Esteri. In Francia la destra riparte da una donna per Parigi: Nathalie Kosciusko-Morizet

Pubblicato il 11 marzo 2013 da Diletta Maioli
Categorie : Esteri

nkm-france-forteNel 2014, Parigi eleggerà il nuovo sindaco e l’unica cosa certa, ad oggi, è che sarà una donna. Tutti i maggiori partiti, infatti, stanno candidando le loro donne migliori. La favorita dai sondaggi, al momento, è Anne Hidalgo, vice dell’attuale sindaco socialista Bertrand Delanoe. Ma è da destra che arriva la novità più interessante e, forse, più forte: Nathalie Kosciusko-Morizet o, come la chiamano i francesi, NKM. Nathalie è una delle donne forti dell’UMP, il partito di Francois Sarkozy e, dell’ex presidente, fu Ministro dell’Ambiente e dello Sviluppo. Fu anche il braccio destro di Sarkò nella fallimentare campagna presidenziale per la rielezione.

Nata a Parigi, è forte, determinata e ambiziosa e rifiuta l’etichetta di “aristocratica”. Certo, la sua famiglia ha visto diverse generazioni di sindaci, lei stessa è, ora, sindaco di Longjumeau, cittadina nei pressi di Parigi. E’ molto attenta a certi temi come l’ecologia, la pulizia, il traffico, il costo degli alloggi e le periferie ma è anche convinta che Parigi debba tornare ad attrarre chi ha talento e vuol fare impresa. Un po’ sulle orme di Boris Johnson, sindaco di Londra a cui, forse, si ispira.

E’ la faccia di una destra meno conservatrice, meno tradizionale. Ma NKM non è l’unica donna dell’UMP a candidarsi a sindaco di Parigi. Anzi, la prima ad avanzare la candidatura fu Rachida Dati, anche lei ex Ministro della Giustizia di Sarkòzy. NKM è convinta che “la destra debba ricostruire se stessa” e si sta battendo perché nel suo partito si facciano primarie aperte a tutti gli abitanti di Parigi sostenendo che un confronto con Rachida Dati non sarà un problema bensì un arricchimento per il partito. In tanti pensano a lei come futura candidata alle presidenziali del 2017 ma, a chi glielo chiede, Nathalie risponde che fa politica per passione e non per calcolo. E ora è totalmente concentrata sulla campagna elettorale per Parigi. La destra, in Francia, riparte dalle donne. Sarebbe bello succedesse anche in Italia.

Di Diletta Maioli

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>