11

Il caso. Perché quattro parà vittime di una brutale aggressione a Livorno non fanno notizia

Pubblicato il 11 marzo 2013 da Michele De Feudis
Categorie : Politica

paràAggrediti e pestati “perché militari”, fuori ad una discoteca di Livorno, mentre erano con le fidanzate. Una vigliaccata condita dalle grida “fascisti, fascisti”. Nell’Italia buonista di Saviano-Fazio la brutale aggressione subita da quattro carabinieri paracadutisti del Tuscania non fa notizia. Repubblica dedica all’avvenimento cinque righe in cronaca. Gli altri grandi giornali nemmeno quelle.

Questa la ricostruzione delle forze dell’ordine intervenute nei pressi della discoteca livornese “The Cage”: i quattro sono stati aggrediti perché militati “dopo che uno di loro, livornese, era stato riconosciuto all’interno da un altro frequentatore del locale”. L’aggressione, hanno spiegato gli investigatori,  è avvenuta all’esterno del locale: almeno 30 persone hanno accerchiato i 4 militari, che erano in compagnia delle loro fidanzate, e subito dopo li hanno colpiti con cinghie e bastoni. “Durante il pestaggio i carabinieri sono stati insultati al grido di «fascisti». I loro aggressori si sono poi dileguati appena udito il suono delle sirene, prima che le pattuglie giungessero sul posto”: così si chiude il dispaccio di agenzia.

Mazze, bastoni, insulti politici a quattro parà con le loro ragazze nella Toscana avvelenata dall’odio ideologico – per i Soloni del giornalismo benpensante – non meritano una breve. Vi immaginate le paginate e le trasmissioni tv ad hoc se un episodio di violenza gratuita e feroce come questo avesse avuto un colore politico differente? I fatti di Livorno sono invece la cifra di un’Italia che non ci piace, nella quale risuonano tetre le parole d’ordine di un pericoloso oscurantismo ideologico. Sul quale non bisogna abbassare la guardia.

Di Michele De Feudis

11 risposte a Il caso. Perché quattro parà vittime di una brutale aggressione a Livorno non fanno notizia

  1. STI VERMI VIGLIACCHI VILI TRUCIDI SQUALLIDI SERVI IGNORANTI CATAFRATTI E VERMI SERVI DEGLI USURAI IMMONDI APOLIDI IMMONDIALISTI COME TUTTI GLI OTTENEBRATI OSSEQUIENTI AI PARASSITI COMUNISTOIDI LIBERISTOIDI SERVI DEGLI USURAI APOLIDI SON LA VIL MARMAGLIA DISGRAZIA DELL’ITALIA DEL FIERO POPOLO SOVRANO NELLA GRAZIA DELL’AMOR VINCIT OMNIA !!!!! EJA EJA ALALA* LEGIONARIO POLARE FIUMANO

  2. Per favore correggete: il fattaccio è avvenuto a Livorno e non a Pisa.

    Solidarietà agli aggrediti.

  3. 4 Parà aggrediti da un branco rosso di 30 vili a Livorno
    ESSERE APOSTROFATI “FASCISTI” DA UN BRANCO FAMELICO DEL MARCIUME COMUNISTA PER I 4 CARABINIERI-PARA’
    (con fidanzate ad un concerto) AGGREDITI E PESTATI DA 30 VIGLIACCHI A LIVORNO, DOVREBBE ESSERE UN GRANDE ONORE.
    PECCATO CHE SIA STATA SOLO LA PRESENZA DELLE FIDANZATE A FRENARE L’IMPETO DEI 4 CHE DIVERSAMENTE AVREBBERO RESI MALCONCI I “CORAGGIOSI” ASSALITORI.
    morettimorando@libero.it

  4. solidarieta’ hai 4 para’ da uno di voi ma quel gruppo sinceramente avrebbe veramente bisogno di rigore per l’oro le andato bene che avevano le ragazze

  5. Quello che non e’ piu’ sopportabile e’ se magari i quattro para’ avessero rotto le ossa, per bene, a qualcuno di quei trenta bastardi vigliacchi, qualche PM da strapazzo non avrebbe dormito neanche di notte, pur di mettere sotto processo i militari. Spero di no, ma se continuiamo in questo modo si rischiera’ una nuova guerra civile.

  6. Non è la prima volta che fattacci del genere accadono a Livorno. E’ una vergogna per la città e la Toscana. Spero che questi squadristi vengano presto individuati e condannati per direttissima.

  7. Precisiamo che il fatto è successo a Livorno, perfavore.

  8. Perchè un ragazzo accoltellato a Lucca da un fascista invece non se ne parla nemmeno di questo. Sono fatti gravi entrambi e poi al di là di condannare la cosa ci sarà stata una provocazione è molti anni che non ci sono problemi in città ed è la prima volta che succede con i paracadutisti carabinieri del Tuscania

  9. Chiaramente in trenta contro quattro…bene ci sta…ma sempre in nove contro uno..se no non ce la fanno…molti nemici molto onore

  10. Max sei un pezzo d’idiota cosa c’entra il fascista che ha accoltellato un ragazzo a Lucca ? Tu dai per scontato che i militari aggrediti sono fascisti, questo è il risultato dell’essere schierati politicamente, fai bene bravo, non ti renderai mai conto che destra = sinistra nazismo = comunismo..Poi chiaro ovviamente c’è stata la provocazione giusto ? Non è possibile che non ci sia stata vero ? Troppo duro per te essere e la tua ideologia essere accostato ad una simile marmaglia di BESTIE vero ?? LA VERITA’ E’ DURA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>